Sei in Gweb+

BANCARELLE

Noceto, il trasloco del mercato: qualche pro e molti contro

di Luca Dall'Asta -

27 novembre 2020, 05:02

Noceto, il trasloco del mercato: qualche pro e molti contro

NOCETO - Dallo scorso maggio a Noceto l’appuntamento settimanale con i venditori ambulanti del lunedì e del giovedì non si tiene più nella centralissima piazza della Repubblica ma in piazzale Silone. «Sono le 11 di mattina e la stragrande maggioranza degli ambulanti sta già smontando i banchi e caricando la merce nei furgoni. Questa è la fotografia della situazione»: questa l’analisi di Gianluigi Boldrini, presidente della sezione parmense della Federazione Italiana Venditori Ambulanti.

«Finché eravamo ancora in piazza della Repubblica chi andava a fare le commissioni o chi usciva dai bar si ritrovava a passeggiare tra i banchi e magari comprava qualcosa. Ora tutto questo manca e l’aria s’è fatta davvero pesante».

Al coro degli ambulanti si aggiunge anche Gianluca Giglioli, da anni presente sul territorio con la sua attività. «Non c’è niente tutt’attorno al mercato, non c’è gente che circola. Il giro d’affari è crollato. Noceto ospitava all’incirca una sessantina di banchi, ora siamo solo 23 e il numero è destinato a calare». C’è chi, come Gianfranco Bonfanti dell’azienda agricola Franco, vede tuttavia il bicchiere mezzo pieno: «Io mi trovo meglio qui. I miei clienti possono acquistare più frutta e verdura perché possono raggiungere il mercato in macchina e parcheggiare nelle immediate vicinanze, cosa che prima non era loro possibile. I clienti abituali continuano a venire e possiamo accoglierli in sicurezza visto che gli ingressi sono contingentati. Io sono grato di poter ancora lavorare, in altri comuni i mercati sono stati semplicemente cancellati».

Intaccati anche gli affari dei titolari degli esercizi commerciali di piazza della Repubblica che lamentano la perdita di un importante attrazione per il loro ecosistema economico. Giorgia Montanarini, vicepresidente dell’Associazione dei Commercianti di Noceto parla a nome di tutti i suoi colleghi in difficoltà: «Il mercato e le attività della piazza vivevano in simbiosi e il beneficio era comune, reciproco. Siamo tutti preoccupati per la situazione pandemica attuale ma la sensazione è quella che il vero motivo per cui la piazza abbia perso il mercato sia da ricondurre alle modifiche della viabilità che sono in atto dal mese di maggio. L’amministrazione comunale ha deciso di chiudere il tratto centrale di via Vittorio Veneto ma da ciò ne è scaturita una situazione caotica e rischiosa, la gente non sa più dove parcheggiare e non ha ancora ben capito la nuova segnaletica e i sensi unici. I commercianti - continua - ci stanno rimettendo perché se la gente non si muove con fluidità ad un certo punto prende e se ne va via. Quello che pensiamo noi è che la nuova viabilità di Piazza della Repubblica sia problematica e che il mercato non si sarebbe dovuto spostare se l’amministrazione comunale avesse lavorato per metterlo in sicurezza creando ingressi controllati, cosa che è stata fatta in altre realtà della nostra provincia».

A gestire la difficile comunicazione tra ambulanti e commercianti da una parte e amministrazione comunale dall’altra c’è sempre stata Desolina Bizzi, assessore al commercio del Comune di Noceto: «Parlo a nome di tutta l’amministrazione comunale quando dico che bisogna nutrire il massimo rispetto per la categoria degli ambulanti e dei commercianti, soprattutto in questo periodo difficoltoso per tutti. Ringrazio tutti gli ambulanti per la grande disponibilità che hanno dimostrato nell’adottare con serietà e precisione tutte le precauzioni igienico-sanitarie che erano state loro comunicate e sono orgogliosa di dire che la Polizia municipale non ha mai riscontrato negligenze né nessun altro tipo di violazioni».

«La volontà di tutti - prosegue Desolina Bizzi - è quella di riportare al più presto il mercato in Piazza della Repubblica dove tradizionalmente si è sempre tenuto, ma ora questo è impossibile. Fin dai primi momenti della pandemia, da marzo in poi, il sindaco e la giunta hanno preso visione delle normative regionali e hanno ben presto compreso che il mercato di Piazza della Repubblica così com’era non avrebbe potuto continuare ad esistere. È stata presa, dunque, la decisione di rilocare il mercato per salvaguardarne la presenza sul territorio comunale. Tra luglio e settembre abbiamo avuto diversi incontri sia con la Polizia municipale sia con gli uffici del Servizio degli Affari Generali, incontri che hanno però evidenziato l’attuale impossibilità di riportare il mercato in Piazza della Repubblica per motivi di sicurezza. In caso di emergenza le ambulanze non riuscirebbero a prestare un immediato soccorso e gli ingressi non potrebbero essere controllati bene>.

La questione viabilità: «È solo la prima parte di un progetto a più lungo raggio. L’obiettivo è quello di creare un centro storico più vivibile ed accessibile, dove poter passeggiare in sicurezza. Sarà man mano implementato un arredo urbano capace di valorizzare la zona del Castello della Musica e la piazza circostante. L’amministrazione comunale vuole permettere alle famiglie di poter fruire del centro storico ma senza pedonalizzare la piazza nella sua interezza perché si rende perfettamente conto che ciò andrebbe a danneggiare gli esercizi commerciali. In questo senso ci siamo già mossi per rendere la viabilità della piazza più sicura, andando a chiudere un tratto dove gli automobilisti andavano davvero troppo veloci e dove non era possibile porre dossi e autovelox. Abbiamo oltretutto aumentato il numero dei parcheggi disponibili per permettere ai cittadini di sostare agevolmente e gratuitamente per 60 minuti nelle zone immediatamente adiacenti agli esercizi commerciali della piazza».

Conclusione: «Le novità introdotte non sono ancora state ben digerite dai cittadini, lo sappiamo, ma col tempo ogni cosa si metabolizza e si apprezza. Come detto, siamo solo nella fase iniziale di un progetto a lungo termine che porterà beneficio a Noceto e a tutte le sue attività».

 

 NOCETO - Dallo scorso maggio a Noceto l’appuntamento settimanale con i venditori ambulanti del lunedì e del giovedì non si tiene più nella centralissima piazza della Repubblica ma in piazzale Silone. «Sono le 11 di mattina e la...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal