Sei in Gweb+

Ricordo

Maurizio Pedrini, un galantuomo appassionato del lavoro

03 dicembre 2020, 05:04

Maurizio Pedrini, un galantuomo appassionato del lavoro

ANTONIO RINALDI

È scomparso a causa del Covid-19 Maurizio Pedrini, una vita dedicata al lavoro in Barilla dove fu un grande professionista nel packaging alimentare.

Nato e vissuto sempre in via Bixio, era pensionato e aveva 73 anni.

Non aveva altre patologie se non qualche malanno legato all’età. Si è ammalato, è entrato in ospedale sulle sue gambe, ma da lì a poco la malattia lo ha portato in terapia intensiva, che però purtroppo non è servita; lascia la moglie Adriana e i figli Andrea e Davide e tanti amici ed ex colleghi che lo ricordano con affetto e rimpianto.

Entrò ancora ragazzo all’Ufficio tecnico della Barilla, dove si fece subito ben volere dai colleghi per la sia bontà d’animo, gentilezza e lealtà: verso gli amici, verso l’azienda e verso tutti quelli che avevano la fortuna di conoscerlo.

Era un «bon ragàs» nel senso più vero e completo del termine; un «galantuomo capace di lavorare» dicono i colleghi.

Svolgeva una mansione delicata che richiedeva una attenzione particolare.

Era ammirevole vedere con quanta pazienza lo svolgesse, senza mai perdere la pazienza.

Rendono bene l’idea della sua serietà e del suo attaccamento all’azienda un paio di episodi che raccontano due suoi ex colleghi.

«Era la sera di un giorno lavorativo che per lui era stato particolarmente impegnativo - spiega Alessandro Garulli -. Arrivò a casa molto tardi, la moglie gli porse quanto aveva preparato sulla tavola e poi si ritirò in salotto a guardare la televisione. Maurizio prima di mettersi a tavola pensò bene di farsi un bagno rilassante, e in vasca la moglie lo ritrovò profondamente addormentato qualche ora dopo, crollato per la stanchezza del lavoro».

«Eravamo in trasferta - ricorda invece Franco Bocelli - e una sera a cena scegliemmo un ristorante rinomato per festeggiare un collaudo riuscito particolarmente bene. Eravamo in tre e in due ordinammo senza remore antipasto, primo, secondo e anche il dolce. Lui invece ordinò soltanto un primo piatto adducendo la scusa che non aveva fame. Capimmo solo alla fine che aveva calcolato che le nostre ordinazioni avrebbero portato il conto finale fuori dei limiti posti dall’azienda, e senza farcelo pesare agì in questo modo. Maurizio era fatto così».

 

ANTONIO RINALDI È scomparso a causa del Covid-19 Maurizio Pedrini, una vita dedicata al lavoro in Barilla dove fu un grande professionista nel packaging alimentare. Nato e vissuto sempre in via Bixio, era pensionato e aveva 73 anni. Non aveva...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal