Sei in Gweb+

EMERGENZA

Covid e aziende, premio per la manager salsese Barbara Poli

24 dicembre 2020, 05:06

Covid e aziende, premio per la manager salsese Barbara Poli

Per la seconda volta in due anni la manager salsese Barbara Poli si è aggiudicata a Milano il premio «Cio+ Italia Award 2020», attribuito da Cionet, la più importante associazione di It director che conta più di 10 mila aziende nel mondo, 1000 solo in Italia, assegnato a sei «chief information officier» e digital leader di alcune delle più importanti realtà della penisola come Amadori, Asst Papa Giovanni XXIII, Generali, Illimity, Regione Veneto e Grandi Navi Veloci.

Proprio alle dipendenze di quest’ultima, che fa parte del gruppo Msc, lavora Barbara Poli, da anni residente a Genova, direttore dei sistemi informatici e delle tecnologie: la manager si è aggiudicata il premio per la gestione, lato It e digital, dell’emergenza covid.

In particolare il riconoscimento è stato consegnato per due iniziative. «La prima ha riguardato, durante la prima fase della pandemia, l’introduzione dello smart working per tutto il personale di terra della società – afferma –. Insieme al mio team e in collaborazione con la funzione del personale è stata introdotta la nuova “policy” di smart working, sono stati configurati e consegnati in 15 giorni oltre 200 portatili e sono stati attivati strumenti per lavorare da remoto consentendo il proseguimento del lavoro e del business aziendale senza interruzioni.

La seconda iniziativa, di carattere aziendale, ha riguardato l’adattamento tecnologico, in poco più di una settimana, di una nave messa a disposizione dalla società per ospitare pazienti Covid nel corso della quarantena: tutto è nato perché nella prima fase della pandemia il personale di una nave era venuto in contatto con una persona contagiata e c’era dunque la necessità di trovare un luogo dove consentire di trascorrere il periodo di quarantena. In seguito ad uno studio di fattibilità, abbiamo allestito in breve tempo un sistema wifi per consentire al personale sanitario di essere sempre connessi con l’ospedale ed ai pazienti, perché la nave è stata poi messa a disposizione della cittadinanza, per rendere più confortevole la quarantena: per fare ciò sono stati utilizzati 4 chilometri di cavi e 70 access point con antenne per il wifi, oltre all’installazione di videocamere e all’aver messo a disposizione del personale sanitario i pc. La nave ha operato a disposizione della Regione Liguria».

Barbara Poli non nasconde la sua soddisfazione. «Si tratta di un grande riconoscimento per il mio team e per la mia azienda per come abbiamo reagito all’emergenza in breve tempo» conclude la manager salsese che, tra l’altro, è stata l’unica donna premiata.

M.L.