Sei in Gweb+

ASSOCIAZIONE

Il dono di Natale di Tommy: un pulmino per portare a scuola i bimbi disabili

24 dicembre 2020, 05:02

Il dono di Natale di Tommy: un pulmino per portare a scuola i bimbi disabili

CHIARA CACCIANI

 

«Ogni tanto mi capitava di incrociare la “Tommy”, ed era sempre un tuffo al cuore. Quando l’ambulanza è partita per la Sierra Leone ne sono stata felicissima: qui avrebbe dovuto essere pensionata, là invece ha potuto continuare a dare aiuto. Ma pensare di non vederla più... - si emoziona Paola Pellinghelli – Ecco, mi è sembrato che mi mancasse qualcosa...».

E’ nata così l’idea di ricominciare e realizzare con l’associazione «Tommy nel cuore» un altro sogno. Quello che oggi diventa simbolicamente un immenso, generoso, preziosissimo regalo di Natale: i 45 mila euro che permetteranno all’Assistenza Pubblica di Parma di acquistare un pulmino per il trasporto scolastico di alunne e alunni con disabilità.

Il dono di Natale di Tommy, per Tommy, con Tommy. E' frutto di una lunghissima carrellata di iniziative benefiche - dalla corsa alla musica - che in questi anni sono state organizzate per i bambini e le bambine come lui, pensando a cosa lo avrebbe fatto sorridere, imparare, impegnarsi, commuovere, divertire.

«Per me significa sempre farlo vivere: queste iniziative sono per tenercelo stretto, nel tempo. E quello che non può fare lui lo facciamo noi: per lui e per gli altri bambini», racconta mamma Paola, che subito – da quel maledetto 2006 – aveva voluto che il ricordo del suo piccolo accompagnasse la missione di un’ambulanza donata alla Croce Rossa.

E’ stata in onorato servizio fino al 2014: «A volte la incontravo per caso, altre ricevevo i messaggi di chi la vedeva passare». O i grazie di chi, salito da paziente, ha sentito il conforto di quei due occhi azzurri impressi per sempre nel cuore dell’Italia intera. Quando a causa delle normative vigenti in Italia è arrivato il giorno della pensione, è arrivata anche la possibilità di una seconda vita in un’Africa martoriata allora dall’Ebola e sempre bisognosa di supporto.

E il vuoto lasciato dalla «Tommy» a Parma è diventato subito il desiderio di un nuovo «pieno». «Oltre al ricavato di tante iniziative abbiamo ricevuto donazioni da privati, associazioni, aziende, qui e fuori. Nel frattempo siamo diventati onlus, e anche il 5x1000 ha aiutato». E si può scrivere un finale. Oggi il pulmino da 9 posti è stato ordinato: con un po' di fortuna potrebbe accendere i motori già entro la fine di gennaio.

E sono piene di gratitudine le parole del presidente della Pubblica, Luca Bellingeri: «Siamo stati subito entusiasti della proposta di collaborare con “Tommy nel Cuore”. Vogliamo ringraziare Paola Pellinghelli e Cristina Sassi per aver creduto in noi. Poter portare il nome di Tommy sulle fiancate di un nostro mezzo sarà un grande orgoglio per tutti i nostri volontari».

Lo conferma il coordinatore del Corpo militi volontari, Filippo Mordacci: «Hanno messo in piedi tantissime iniziative, sempre con l’obbiettivo chiaro di fare qualcosa per l'infanzia. Il pulmino Tommy avrà una pedana attrezzata, per renderlo polivalente, perché non resti mai in un garage ma sia sempre operativo per chi ne ha bisogno, con una dedica molto speciale a bambini e bambine». Una promessa sotto l'albero di questo Natale che parla ancora di amore e di infinito.