Sei in Gweb+

EX ASSESSORE

E' morto Vinicio Benassi, una vita di impegno per la «sua» Fidenza

13 gennaio 2021, 05:06

E' morto Vinicio Benassi, una vita di impegno per la «sua» Fidenza

Una vita per la politica e per la sua città: è scomparso, a 77 anni, Vinicio Benassi.

Fidentino, sin dalla gioventù era stato assunto alle dipendenze delle Ferrovie, dove aveva lavorato sino al traguardo del pensionamento. Si era iscritto al Partito socialista, dove era stato un attivissimo esponente, sempre in prima fila, a seguirne passo passo tutta l’evoluzione.

Benassi era stato un politico molto attivo, particolarmente attento alla città e ai suoi cambiamenti. Durante i lunghi anni della militanza nel partito, aveva ricoperto incarichi dirigenziali all’interno dei sindacati, era stato anche presidente della Casa protetta e dell’Usl 5. Aveva ricoperto l’incarico di assessore ai Lavori pubblici e alla Pubblica Istruzione, nei mandati dei sindaci Claudio Rossi e Massimo Tedeschi. E proprio col sindaco Claudio Rossi, il 4 giugno 1988, e con l’allora vescovo Mario Zanchin, l’assessore Vinicio Benassi era lì, in piazza Garibaldi, ad omaggiare il papa Karol Wojtyla, durante la sua breve tappa in città, insieme ai deputati Giulio Ferrarini, Anna Mainardi e Andrea Borri, agli assessori comunali Lino Bonatti, Giuliana Guidetti, Giorgio Artusi e tanti altri.

Benassi era rimasto attivo in politica sino al 1995. Poi aveva rilevato la ditta Alfa-Di, con i figli Fabio e Fabrizio, che la portano avanti tuttora. Era stato un politico battagliero, ma sempre pacato nei modi e rispettoso con tutti.

L’ex sindaco Massimo Tedeschi lo ha ricordato come un uomo impegnato, preciso, puntuale. «Seguiva con passione la vita politica della città, mettendoci impegno ed energie. Portava avanti le sue battaglie, ma sempre in modo equilibrato, ascoltando sempre tutti. Ricordo che già anni fa, quando era assessore ai Lavori pubblici, aveva buttato lì l’idea della costruzione del parcheggio di via Marconi. Avevamo preso atto, anche se con un certo scetticismo. E invece aveva visto lontano. Sicuramente Benassi è stato un politico lungimirante, che si è speso per la sua città, per i suoi cambiamenti, per i suoi progetti».

Anche Lino Bonatti, anche lui con passato di socialista come Benassi ed ex vice sindaco, lo ha ricordato come un politico combattivo, molto impegnato, che ha profuso energie e passione in tutto quello che faceva. Nel tempo libero, da quindici anni, portava avanti la passione del collezionismo, partecipando a mercati e manifestazioni di antiquariato e modernariato. Benassi ha lasciato i figli Fabio e Fabrizio con le loro famiglie. Il rosario sarà recitato domani alle 20,30 nella chiesa parrocchiale di San Francesco. Il funerale sarà celebrato venerdì, alle 10, sempre in San Francesco. Dopo le esequie le spoglie verranno tumulate nel cimitero di Cabriolo.

s.l.

 

Una vita per la politica e per la sua città: è scomparso, a 77 anni, Vinicio Benassi. Fidentino, sin dalla gioventù era stato assunto alle dipendenze delle Ferrovie, dove aveva lavorato sino al traguardo del pensionamento. Si era iscritto al...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal