Sei in Gweb+

OZZANO TARO

Addio al sarto Gianni Ravazzoni, un vero artigiano

14 gennaio 2021, 05:07

Addio al sarto Gianni Ravazzoni, un vero artigiano

COLLECCHIO - Addio a Gianni Ravazzoni, 84 anni, molto conosciuto per aver svolto per oltre 60 anni l’attività di sarto, che ha coltivato fin dalla gioventù con passione, venata da estro, fantasia, grande professionalità.

«Era un vero e proprio artigiano, un artista – lo ricorda il figlio Mosè – che ha interpretato il suo mestiere con originalità e slancio, facendo della sartoria una vera e propria forma d’arte».

Originario di Ozzano Taro, il padre Gino Ravazzoni era a sua volta una sarto, la madre Amelia una donna creativa e intraprendente; e Gianni ha unito le qualità dei genitori e all’età di 12 anni ha iniziato, come apprendista, a Parma, nell’allora famosa sartoria Giovannelli.

Verso la fine degli anni Cinquanta del Novecento ha aperto il suo atelier in via Nazionale 61 ad Ozzano Taro dove ha esercitato per oltre 60 anni.

L'imprenditore Paolo Pizzarotti lo ricorda con grande affetto: «Un uomo e un amico, sensibile e disponibile come pochi, che più che vestirmi per 50 anni mi ha regalato momenti di vera amicizia che ho ricambiato con sincerità. In questi ultimi anni purtroppo dopo il ritiro dall’attività lavorativa si era isolato, ma nonostante tutto non perdevamo l’occasione di mandarci saluti e auguri e promesse di incontrarci per il solo piacere di scambiare due parole e per ricordare i tempi passati».

Ravazzoni era conosciuto con il simpatico soprannome di «taylor», sarto in inglese, e i suoi abiti, soprattutto da uomo, hanno fatto storia per la linea, la bellezza, il taglio, l’accuratezza ma soprattutto per il fatto che Gianni concepiva l’abito come qualcosa di unico che doveva adattarsi perfettamente con chi lo indossava: una seconda pelle.

Nel corso degli anni si è fatto apprezzare a livello locale e nazionale. Tanto che un trentina di anni fa gli fu offerta la possibilità di trasferirsi a Milano in piazza San Babila in una grande sartoria della città, che gli era stata offerta. Lui rifiutò perché in fondo era legato al suo mondo, alla sua Ozzano Taro che lo piange e lo ricorda con stima, affetto, ma soprattutto con tanta tristezza.

«Se ne è andato un pezzo della nostra storia – spiega un’ozzanese doc – una persona che ha dato lustro alla nostra comunità per il suo saper fare, le sue qualità di grande sarto».

Me lo ricordo – spiega ancora - quando ragazza tornavo a casa dopo una serata a ballare e lui era ancora lì, nel suo atelier con la luce accesa al lavoro, a rincorrere l’ispirazione. Mi piace ricordarlo sorridente, pieno di vita, sempre pronto alla battuta».

Nella sua lunga carriera ha creato abiti da uomo per imprenditori, uomini della cultura, dell’industria, politici. Tra questi, l’industriale Gianni Salvarani, l’architetto e pittore Mino Lusignoli, il cardiochirurgo Ennio Mazzera, l’imprenditore Paolo Pizzarotti.

 

Ha dedicato la propria vita al lavoro ed alla famiglia, sposatosi nel 1966 con Adele Zilocchi, con cui ha condiviso la vita affettiva e lavorativa, lo ha sempre coadiuvato nel suo atelier, ha coronato il matrimonio con la nascita dei figli Mosè, Filippo e Simone.

I funerali si svolgeranno domani alle 10, nella chiesa parrocchiale di Ozzano Taro. G.C.Z.

 

COLLECCHIO - Addio a Gianni Ravazzoni, 84 anni, molto conosciuto per aver svolto per oltre 60 anni l’attività di sarto, che ha coltivato fin dalla gioventù con passione, venata da estro, fantasia, grande professionalità. «Era un vero e proprio...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal