Sei in Gweb+

San Michele Tiorre

Casa per migranti gestita da Svoltare, la minoranza al sindaco: «Vogliamo chiarimenti»

14 gennaio 2021, 05:02

Casa per migranti gestita da Svoltare, la minoranza al sindaco: «Vogliamo chiarimenti»

MASSIMO MORELLI

FELINO - La vicenda giudiziaria che ha investito l’associazione Svoltare fa discutere non solo il mondo politico di Parma.

Anche a Felino se ne sta parlando da giorni ed il gruppo di minoranza «Cambiamo Felino» ha preso posizione:

«E’ cosa nota la vicenda che ha portato alla custodia cautelare di Simone Strozzi, legale rappresentante dell’Associazione Svoltare Onlus – ha detto il capogruppo Debora Conciatori -. L’accusa è gravissima: documentazione falsa, che attestava una inesistente iscrizione al registro delle Onlus, spesso l’unica a presentarsi ai bandi, distrazione di fondi pubblici e soldi usati per scopi personale. Con il massimo rispetto per il lavoro degli inquirenti e garantisti fino all’ultimo grado di giudizio ed in attesa che si concluda l’iter giudiziario, pur non volendo accusare né giudicare, non possiamo esimerci dal chiedere all’amministrazione comunale di Felino chiarimenti sul C.A.S. gestito da Svoltare Onlus dal 2017 ad oggi sul nostro territorio comunale».

A San Michele Tiorre esiste infatti una struttura gestita da Svoltare.

«Gestione che sappiamo esser stata affidata direttamente dalla Prefettura all’Onlus Svoltare, per la quale Strozzi oltre ad essere il legale rappresentante è anche il responsabile igienico sanitario del centro accoglienza: tuttavia su tutto il territorio comunale il responsabile per la sicurezza nonché autorità sanitaria locale è il sindaco – ha affermato la Conciatori - siamo amareggiati, seppur non sorpresi, avendo sempre nutrito forti dubbi sul “sistema accoglienza” affidato a cooperative, senza un controllo puntuale da parte delle istituzioni ed organi di controllo; da parte nostra crediamo sia necessario fare chiarezza se non altro per quanto riguarda il nostro territorio. Un atto più che istituzionale morale dovuto alla cittadinanza».

Come intendete agire in merito?

«Nei giorni scorsi abbiamo depositato un accesso agli atti, richiedendo tutti i documenti inerenti il rapporto tra l’associazione Svoltare Onlus, Prefettura e Comune di Felino, inoltre abbiamo presentato un’interrogazione nella quale poniamo domande con l’intento di fare chiarezza. In particolare chiediamo quale sia al momento la situazione di regolarità dell’accoglienza svolta dall’Associazione Onlus Svoltare sul nostro territorio presso l’immobile di San Michele Tiorre, se e come sarà garantito ed assicurato, ve ne fosse la necessità, la continuità del progetto di accoglienza dei 16 ragazzi attualmente ospitati».

«Chiediamo anche – ha aggiunto - quali controlli siano stati effettuati per verificare la legittimità delle certificazioni esibite dall’associazione Svoltare da parte degli uffici competenti del nostro comune. Non da ultimo chiediamo se vi sia una collaborazione tra Regione ed Enti Locali al fine di scongiurare il ripetersi di deplorevoli episodi come quello sopra descritto. La presenza di organi superiori non preclude alla nostra amministrazione di entrare nel merito, pretendere che vi siano controlli non significa non fidarsi o essere prevenuti nei confronti di qualcosa o qualcuno, significa essere responsabili e consapevoli».

 

MASSIMO MORELLI FELINO - La vicenda giudiziaria che ha investito l’associazione Svoltare fa discutere non solo il mondo politico di Parma. Anche a Felino se ne sta parlando da giorni ed il gruppo di minoranza «Cambiamo Felino» ha preso...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal