Sei in Gweb+

Gup

Patteggia il vicino incendiario

22 gennaio 2021, 05:05

Patteggia il vicino incendiario

ROBERTO LONGONI

 

«Finirai arrostita». Non si può certo dire che lui non l'avesse avvisata, con quella lettera minatoria. Poi, dal fumo delle minacce una notte si rischiò di passare all'arrosto, quando una bottiglia incendiaria fu scagliata contro il portone della villetta della destinataria dello scarno e rovente messaggio. Oltre alla porta, il fuoco danneggiò un bancale usato come cuccia e un bidone di plastica. Di certo, il bilancio sarebbe stato ben diverso, se le fiamme avessero aggredito anche le bombole di gpl tenute sotto il portico dell'abitazione per le grigliate estive.

Era il luglio di tre anni fa. Il lancio di quella molotov molto casereccia fu l'episodio conclusivo di una querelle tra vicini residenti in via Budellungo. La donna chiamò alla polizia che presto fece luce sull'episodio: le immagini della videocamera di sorveglianza installata sull'esterno della casa alle prime tensioni avevano inquadrato l'attentatore. Anche se incappucciato, già da lì si ebbe una prima traccia, rafforzata dalla denuncia della 48enne, che sapeva bene chi dover temere. I poliziotti bussarono alla porta vicina, e una rapida analisi del computer permise loro di scovare memorizzate anche le minacce epistolari.

Il motivo della contesa? Il grosso cane della donna che, stando al vicino, si muoveva con troppa libertà nelle parti condominiali. Prima del lancio della molotov, la donna si era sentita perseguitata al punto (l'altro più volte si sarebbe appostato per seguire i suoi movimenti) di cadere in un perdurante stato di paura. La vicenda si è chiusa davanti al gip. Il vicino 73enne ha patteggiato un anno e sei mesi, il pagamento di una multa di 2.800 euro e le spese sostenute dalla destinataria delle sue «attenzioni»: la donna, assistita dall'avvocato Francesco De Luca, si era infatti costituita parte civile.

 

ROBERTO LONGONI «Finirai arrostita». Non si può certo dire che lui non l'avesse avvisata, con quella lettera minatoria. Poi, dal fumo delle minacce una notte si rischiò di passare all'arrosto, quando una bottiglia incendiaria fu scagliata contro...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal