Sei in Gweb+

CONDANNATO

Sala Baganza, tasse evase per 271mila euro

22 gennaio 2021, 05:06

Sala Baganza, tasse evase per 271mila euro

SALA BAGANZA Allargò le braccia di fronte agli uomini della Guardia di finanza di Fornovo. Loro gli si erano presentati per chiedergli i basilari documenti fiscali e lui lì per lì si mostrò spaesato, quasi non capisse di che cosa si stesse parlando. In un certo senso, anche questa era già una sorta di ammissione, perché - stando alle accuse - il 63enne commerciante cinese una grande confidenza con le questioni fiscali del Paese d'adozione pare proprio che non le avesse. In difficoltà con le parole, sembra che invece con la lingua dei numeri andasse piuttosto d'accordo. Specie con quelli che gli permettevano di «tagliare» le tasse. Peccato siano metodi per i quali si rischiano non solo sanzioni pecuniarie, ma ache di peggio.

Ora, però, a parlare sono stati i numeri e le parole della giustizia che ha presentato il proprio conto ieri mattina in tribunale. Giudicato per rito abbreviato (il processo che permette la riduzione di un terzo della pena), il commerciante è stato condannato a un anno e 8 mesi e al pagamento delle spese processuali. Inoltre, il gup ha deciso la confisca di denaro o beni a lui intestati pari a oltre 271mila euro.

Gli accertamenti scattarono nel maggio del 2018 e subito la situazione apparve sospetta ai finanzieri. Le fiamme gialle infatti constatarono che lo straniero da tempo residente a Sala Baganza non era in grado di mostrare le scritture contabili e le fatture (in entrambi i casi si parla di documenti assolutamente da conservare) relative alla sua attività per gli anni 2015 e 2016. Il 63enne sarà così chiamato a rispondere anche del loro occultamento o della loro distruzione.

Inoltre, nella dichiarazione del 2016, il commerciante è accusato di aver indicato fatture per operazioni inesistenti ed elementi passivi fittizi per 267mila euro di imponibile e oltre 58mila euro di Iva. In qualità di titolare del negozio, per evadere l'imposta sui redditi non avrebbe presentato la dichiarazione del 2015, evadendo l'Irpef per oltre 69mila euro. Inoltre, sarebbe stata evasa l'Iva dello stesso anno per 74mila euro. E così quella relativa al 2016, di nuovo non presentando (stando sempre alle accuse) la dichiarazione del modello Iva nel 2017. In questo caso l'uomo avrebbe evaso altri 69mila euro.

rob.lon.

 

SALA BAGANZA Allargò le braccia di fronte agli uomini della Guardia di finanza di Fornovo. Loro gli si erano presentati per chiedergli i basilari documenti fiscali e lui lì per lì si mostrò spaesato, quasi non capisse di che cosa si stesse parlando....

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal