Sei in Gweb+

FESTA

Bardi, 100 candeline per Maria Coruzzi

26 gennaio 2021, 05:01

Bardi, 100 candeline per Maria Coruzzi

ERIKA MARTORANA

BARDI Grandi festeggiamenti in tutta sicurezza, alla Casa di riposo Villa Mater Gratiae, per celebrare le speciali 100 candeline della bardigiana doc, Maria Moruzzi. Nel rispetto di tutte le normative anti-Covid, al traguardo di “secolo raggiunto” hanno preso parte, attraverso una visita dall’esterno della Rsa, l’amministrazione comunale - rappresentata dal vicesindaco, Luigi Boccacci, e dal consigliere, nonché nipote della centenaria, Gabriele Zeraschi -, il presidente della Fondazione Villa Mater Gratiae ed alcuni parenti della fortunata signora.

La festa, organizzata nei minimi dettagli dalla coordinatrice della struttura, Katia Ronconi, e da tutto il personale interno, ha divertito ed emozionato Maria, che è stata applaudita da tutti gli ospiti, ed alla quale Mariangela Miniati, animatrice della struttura residenziale, ha voluto dedicare una toccante lettera. «Gentile signora, lucidissima, piena di garbo e buone maniere»: è così che tutti definiscono la festeggiata, nata a Bardi il primo gennaio del lontano 1921. Una vita non facile, la sua: vissuta a Cogno di Gazzo fino all’età di 9 anni, si trasferì poi a Porcini di Credarola, sempre nel comune di Bardi, per lavorare come aiutante nella stalla, nella quale curava le mucche, puliva, e caricava pesanti cesti di fieno.

A 12 anni, si trasferì a Case Bergonzi vicino ai Berlini, dove iniziò ad occuparsi di un bambino di 2 anni; successivamente, per qualche anno, fece la domestica presso la casa del ragioniere Maiavacca e lavorò, intanto, in alcune osterie locali. Fece ben 3 campagne nelle risaie, per poi rientrare a casa quando i suoi fratelli dovettero partire per la guerra.

All’età di 17 anni si spostò in Inghilterra, dove lavorò in alcuni Caffè con degli italiani originari di Sidolo (Bardi). Una volta 20enne fece ritorno a Bardi, dove conobbe il suo futuro marito, ma non avendo pronto il corredo matrimoniale per mancanza di disponibilità economica, dovette aspettare ben 10 anni prima di potersi sposare. Dopo il matrimonio i due coniugi si trasferirono in Francia, alle porte di Parigi, dove la donna fece la domestica per 25 anni. Rientrati in Italia, si stabilirono a Borgonovo Valtidone, ma, qualche anno dopo, Maria rimase purtroppo vedova .Nonostante le grandi fatiche di tutta una vita, Maria è arrivata a 100 anni sana di mente, sempre gentile e ancora in grado di camminare, con l’aiuto di un deambulatore.

 

ERIKA MARTORANA BARDI Grandi festeggiamenti in tutta sicurezza, alla Casa di riposo Villa Mater Gratiae, per celebrare le speciali 100 candeline della bardigiana doc, Maria Moruzzi. Nel rispetto di tutte le normative anti-Covid, al traguardo di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal