Sei in Gweb+

SALSO

Caso Bertanella, la minoranza chiede di rivedere il progetto

27 gennaio 2021, 05:03

Caso Bertanella, la minoranza chiede di rivedere il progetto

«L’amministrazione intende ritirare in autotutela la delibera riguardante il centro polivalente della Bertanella per palese illegittimità alle norme che disciplinano il partenariato pubblico–privato? Premesso che il Movimento 5 stelle non è contrario al progetto, non sarebbe possibile trovare altre forme di finanziamento?».

E’ questa la richiesta contenuta nell’interpellanza del consigliere pentastellato Giuseppe D’Andrea che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale riguardante la costruzione del nuovo centro sportivo polivalente della Bertanella che tante polemiche ha suscitato nel recente passato fino ad essere oggetto di un parere della Corte dei Conti richiesto dai revisori dei conti del Comune: sulla delibera di partenariato, infatti, è giunto il parere di legittimità contrario del segretario generale dell’ente locale, Maria Stefanini, mentre i revisori dei conti hanno espresso parere favorevole subordinandolo alla richiesta di approfondimenti da parte dell’organo di controllo dello Stato: tra i nodi da sciogliere la scelta sul finanziamento del progetto che il Comune ha deciso di affidare alla forma del partenariato pubblico-privato in luogo del tradizionale appalto pubblico che forse avrebbe portato l’ente a superare la propria capacità di indebitamento.

Secondo la Corte dei Conti l’ente locale è tenuto alla preliminare verifica della convenienza del ricorso al partenariato pubblico-privato rispetto all’appalto pubblico, ma che nel primo caso eventuali operazioni comportanti oneri a carico dell’ente per un importo superiore al 49% del valore complessivo del finanziamento non potranno che essere contabilizzate nel modo definito «on balance».

Nel caso specifico, come riferito nell’interpellanza, sulla base del verbale dei revisori dei conti «il valore complessivo degli investimenti è di 2 milioni 185 mila euro, mentre il pagamento da parte dell’amministrazione al concedente prevede una rata semestrale di 89 mila 346 euro per 20 anni che portano il totale ad oltre 3 milioni e 500 mila euro oltre alla concessione del diritto di superficie per 33 anni. Visto che il totale del prezzo non può superare il 49% del costo dell’investimento da parte dell’amministrazione, cioè un contributo massimo di 1 milione e 70 mila euro a cui aggiungere il ricavato del diritto di superficie per 33 anni, la delibera risulta illegittima per contrasto alle norme statali ed europee. Chiedo al sindaco di disporre il ritiro in autotutela della delibera di paternariato per illegittimità alle norme che lo disciplinano. Visto che il Movimento 5 stelle non è contrario al progetto chiedo di trovare altre forme di finanziamento».

Il sindaco Filippo Fritelli replica affermando come «stiamo lavorando per rispettare il parere della Corte dei Conti dal punto di vista tecnico e legale e per muoverci entro i limiti posti».

M.L.

 

«L’amministrazione intende ritirare in autotutela la delibera riguardante il centro polivalente della Bertanella per palese illegittimità alle norme che disciplinano il partenariato pubblico–privato? Premesso che il Movimento 5 stelle non è contrario...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal