Sei in Gweb+

TRIBUNALE

Assolto dall'accusa di maltrattamenti: era lui vittima della moglie e della suocera

28 gennaio 2021, 05:07

Assolto dall'accusa  di maltrattamenti: era lui vittima della moglie e della suocera

Quante se n'era sentito dire, da madre e suocera. E quante gliene avevano dette dietro, le donne che condividevano il suo appartamento (se non proprio il cuore): fino ad arrivare alla denuncia. Lei, la moglie moldava di sei anni più giovane di lui, italiano allora 37enne, si era presentata alle forze dell'ordine raccontando di una serie di angherie durata sette anni. Offese alle quali aggiungere anche le botte, in un particolare mix di violenze verbali e fisiche. Lei aveva raccontato che lui prendendola a schiaffi e calci le diceva che intanto, cicciona com'era, non avrebbe nemmeno sentito male.

Ieri, l'uomo è comparso davanti al Gup, per essere giudicato con rito abbreviato. Ed è emersa tutta un'altra verità. Anzitutto, il 39enne ha smentito di aver mai impedito alla moglie (ex, a questo punto) di denunciarlo. Come avrebbe potuto, ha sottolineato, lavorando fuori casa dalle 6 fino all'ora di cena? Pare che un ruolo rilevante l'avesse la suocera autoritaria. Lei aveva anche prestato alcune migliaia di euro al genero, acconsentendo di sospendere la restituzione con la nascita del nipotino. Ma la tregua sarebbe stata breve. Presto, la donna - secondo la testimonianza del genero - avrebbe ripreso le vessazioni. Lei non digeriva nemmeno che lui andasse in palestra (gli era stato prescritto dal medico); nemmeno che, per arrotondare, si vendesse prodotti per il fitness.

Le critiche, stando sempre al racconto dell'imputato, non si limitavano alle parole. Più volte chiuso fuori casa, una sera dovette anche chiamare la polizia, per farsi aprire. In altre occasioni gli era toccato assistere alla suocera che gli buttava a terra i vestiti (una volta a terra cadde anche lei, inciampando: lì per lì sembrava volesse accusarlo di averla spinta, ma poi non sporse denuncia). In altri casi, invece, sembra che al rientro l'uomo abbia trovato apparecchiato un lavandino pieno di piatti e pentole sporche. Moglie e suocera li avevano sporcati: a lui toccava lavarli. La sua difesa è stata più convincente delle accuse: l'uomo è stato assolto perché il fatto non sussiste.

rob.lon.