Sei in Gweb+

FIDENZA

È morto Carlo Cassi, impresario edile lungimirante

28 gennaio 2021, 05:05

È morto Carlo Cassi, impresario edile lungimirante

Una vita dedicata alla famiglia e alla sua impresa edile: a novant’anni se n’è andato il geometra Carlo Cassi, un fidentino conosciuto e stimato in tutta la città.

Borghigiano del sasso, origine di cui andava particolarmente fiero, proveniva dalla famiglia Cassi-Manfrini: il nonno Davide aveva intrapreso per primo l’attività in campo edilizio, prendendo parte, con altri imprenditori, alla costruzione dello storico albergo Leon d’oro. Quindi il figlio Igino, aveva continuato con i fratelli, nell’attività, poi portata avanti dal figlio Carlo. Mentre la mamma di Carlo, Rosina Manfrini, con le sorelle, aveva gestito uno storico negozio di drogheria e dolciumi nella centrale via Cavour, che i fidentini di una certa età ancora ricordano.

I Cassi venivano soprannominati dai borghigiani come gli «Argent». Carlo, portato per gli studi, aveva conseguito il diploma di geometra al Macedonio Melloni di Parma. Giovane brillante e intraprendente, aveva continuato con l’impresa edile di famiglia, dimostrando ben presto spiccate attitudini per questa attività, che ha portato avanti per mezzo secolo. Nella sua impresa, che era arrivata a contare anche un centinaio di dipendenti, aveva profuso energie e impegno, facendola crescere, sino a diventare fra le più importanti del territorio.

All’impresa del geometra Cassi si deve la ristrutturazione e la costruzione di tanti immobili in città, lavorando sempre insieme ad un team di tanti professionisti, con cui aveva instaurato stretti contatti. Negli anni Sessanta aveva iniziato ad effettuare tutta la manutenzione della Fidenza Vetraria, portata avanti per vent’anni.

Dopo il matrimonio con Ernesta, sua adorata compagna di un’intera vita, che se n’era andata esattamente un anno fa, era andato ad abitare a Fiorenzuola, ma la città borghigiana, aveva sempre occupato un posto speciale nel suo cuore.

Il geometra Cassi aveva mantenuto un affetto profondo per Fidenza e i fidentini, ai quali era rimasto legato per tutta la vita. Ricordi indelebili che nemmeno gli anni erano riusciti a cancellare. E' stato infatti un imprenditore dotato di spirito lungimirante, che aveva apportato idee all’avanguardia nel settore edilizio.

Carlo Cassi, fra gli hobby che coltivava nel tempo libero, amava la fotografia e la musica. Se n’è andato con accanto l’amata figlia Emma, che non lo ha mai abbandonato un solo istante, sino a raccoglierne l’ultimo respiro. Il rosario è stato recitato in cattedrale, mentre il funerale sarà celebrato oggi alle 14.30. Dopo le esequie le spoglie verranno tumulate nella cappella di famiglia. s.l.

 

 

Una vita dedicata alla famiglia e alla sua impresa edile: a novant’anni se n’è andato il geometra Carlo Cassi, un fidentino conosciuto e stimato in tutta la città. Borghigiano del sasso, origine di cui andava particolarmente fiero, proveniva dalla...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal