Sei in Gweb+

TANGENZIALE

Famiglia di volpi sterminata: investiti la mamma e tre cuccioli

di Chiara De Carli -

03 febbraio 2021, 05:04

Famiglia di volpi sterminata: investiti la mamma e tre cuccioli

Non è del tutto chiara la dinamica dell’incidente avvenuto ieri mattina prima dell’alba sulla tangenziale sud di Parma, tra le frazioni di Valera e Vicofertile, a causa del quale hanno perso la vita tre «cuccioloni» di volpe e la loro mamma. Ad occuparsi del recupero delle carcasse - su segnalazione della Polizia Provinciale allertata attorno alle 8 da alcuni cittadini di passaggio lungo la strada - sono stati gli operatori del Rifugio Matildico di San Polo d’Enza che, purtroppo, questa volta non hanno potuto fare nulla per aiutare le povere bestiole. Alcune delle quali, infatti, erano state letteralmente «squartate» dall’impatto e tutte erano comunque morte sul colpo.

Ma come sia stato possibile fare un «filotto» di questo tipo rimane ancora un interrogativo anche perché, al momento, nessuno ha denunciato il sinistro subito.

«Probabilmente stavano camminando in fila indiana e il mezzo che le ha travolte, con tutta probabilità non un’utilitaria, viaggiava ad alta velocità. La potenziale mamma, era a oltre cinquanta metri dal gruppo delle volpi più giovani» racconta Ivano Chiapponi, responsabile del Cras, arrivato sul posto per il recupero.

L’incidente potrebbe essere avvenuto attorno alle 6, orario in cui solitamente le volpi rientrano alla tana dopo la caccia notturna. «Forse sono entrate in tangenziale attraverso un varco e poi, già in difficoltà nel trovare una via di fuga sicura, si sono trovate anche spaesate dalle luci e dai rumori dei mezzi in transito e, disorientate, sono finite investite» conclude Chiapponi con un filo di rammarico per la sorte della famiglia di volpi. Ma perché gli animali selvatici si avvicinano alla città tanto da «intrappolarsi» in tangenziale?

«Non lo fanno solo perché ci sono delle prede ma perché ci sono rifiuti umani, lasciati in giro per le campagne o fuori dalle case o abbandonati lungo le strade – è la lettura dei fatti dell’esperto Giorgio Mezzatesta -. Questo sistema non va bene: se continuiamo in questo modo, gli animali selvatici si abitueranno alla presenza umana e non avranno più paura come oggi».

Nel punto in cui è avvenuto l’incidente, la tangenziale corre accanto ai campi e – purtroppo - non è raro che qualche incivile abbandoni i suoi rifiuti domestici a bordo strada, offrendo agli animali selvatici la comodità di trovare cibo senza dover cacciare. «Forse la volpe aveva fatto la tana lì vicino ed è finita per sbaglio in tangenziale – prosegue Mezzatesta - però è davvero un peccato perdere quattro volpi in questo modo, anche perché nella nostra zona non sono poi così tante».