Sei in Gweb+

CONDANNA

Due anni al ladro che si è lanciato dalla finestra

05 febbraio 2021, 05:01

Due anni al ladro che si è lanciato dalla finestra

Quattro colpi in un mese: due furti e altrettante rapine. Ora, però, l'autore, un 34enne marocchino, è finito in via Burla.

Mercoledì mattina, infatti, uomini della Squadra mobile della polizia di Stato e del Nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Parma, hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip Alessandro Conti su richiesta del sostituto procuratore Emanuela Podda, nei confronti di Zakaria Lahmar.

L'uomo dovrà rispondere di due rapine pluriaggravate e altrettanti furti con destrezza.

Il primo colpo lo ha messo a segno in un supermercato il 29 ottobre. Vittima una donna che stava facendo la spesa a cui il 34enne ha rubato il portafoglio che si trovava nella borsa che la donna aveva lasciato sul carrello. All'interno c'erano venti euro, ma Lahmar, grazie alla carta della vittima, ha anche prelevato 150 euro da un bancomat. Il 25 novembre il marocchino è tornato nello stesso supermercato dove, assieme a un complice che non è stato identificato, ha portato via uno smartphone del valore di circa 700 euro, che era nel box assistenza clienti dell’esercizio commerciale.

Fin qui i furti. La tecnica del 34enne poco dopo, però, è cambiata divenendo più violenta. Nel tardo pomeriggio del 26 novembre, infatti, indossando uno scaldacollo per non farsi riconoscere e armato di coltello, il 34enne si è avvicinato al titolare di un salone di parrucchiere che aveva appena chiuso il suo negozio. «Dammi i soldi o ti ammazzo» gli ha intimato facendosi consegnare 1.300 euro.

Quarantotto ore più tardi, un'altra rapina.

Lahmar stavolta ha preso di mira una tabaccheria sempre nell'orario di chiusura. Ancora col volto coperto, il malvivente è entrato esclamando «Questa è una rapina».

La frase minacciosa e un grosso coltello che il malvivente aveva all’interno del giubbotto, hanno costretto il titolare a consegnargli oltre duemila euro.

I colpi, però, sono stati immortalati dalle videocamere di sorveglianza, mettendo gli investigatori sulle tracce di Lahmar. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine per rapina e droga, anche attraverso un proficuo scambio informativo tra poliziotti e carabinieri è stato così individuato. Per lui, mercoledì mattina, si sono aperte le porte del carcere.

r.c.

 

Quattro colpi in un mese: due furti e altrettante rapine. Ora, però, l'autore, un 34enne marocchino, è finito in via Burla. Mercoledì mattina, infatti, uomini della Squadra mobile della polizia di Stato e del Nucleo operativo e radiomobile dei...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal