Sei in Gweb+

Condannato

Assegno clonato (da 7.200 euro) per un Rolex

06 febbraio 2021, 05:06

Assegno clonato (da 7.200 euro) per un Rolex

BERCETO - Il Rolex, a differenza di tanti suoi simili ostentati a bordo manica, era originale. L'assegno per pagarlo no. Ben fatto, anzi «perfetto» fino nei dettagli, ma una vera patacca a volerlo incassare. Se ne accorse in un secondo tempo, il bercetese che aveva messo in vendita il prezioso orologio del 1969 avuto in eredità dal nonno.

Una breve contrattazione telefonica, e tra i possibili compratori aveva avuto la meglio un quarantenne campano. L'uomo si era detto disposto a venire a Berceto, per concludere l'affare. Acquirente e venditore si diedero appuntamento in un bar del paese. Poi, osservato da vicino il Rolex e chiesta ancora una volta la conferma del prezzo, il primo staccò un assegno da 7.200 euro. Come pattuito.

C'era da fidarsi? I due entrarono in banca (con loro anche la fidanzata del bercetese), uscendone con un parere positivo poco dopo. Il Rolex passò di mano e l'assegno restò al venditore. Ma ben presto sarebbe risultato che si trattava di un assegno clonato. Quei 7.200 euro che figuravano sulla carta non potevano proprio essere incassati. La vittima del raggiro sporse denuncia, e i carabinieri di Berceto diedero il via alle indagini, passando al setaccio sopratutto le immagini catturate dalle videocamere di sicurezza della banca.

Sembrava un'impresa disperata, e invece il cerchio si strinse sempre più. I carabinieri misero insieme le foto segnaletiche degli «specialisti del settore», abili a trasformare normali pezzetti di carta in passepartout per la truffa. Alla fine, i militari hanno trovato nella galleria di immagini di questi personaggi anche il ritratto relativo al tizio così a lungo cercato. Evidentemente, in qualche modo aveva già lasciato il segno.

Chiamata in caserma, anche la vittima poco dopo ha riconosciuto tra le varie fotografie quella di chi lo aveva turlupinato: un volto che non si sarebbe dimenticato. E così la sua fidanzata: anche lei non ebbe dubbi. Denunciato per truffa, il campano è finito sotto processo. A suo carico il pm Rino Massari ha chiesto un anno e 4 mesi e 600 euro di multa, e il giudice Giuseppe Monaco si è dimostrato dello stesso avviso. Del Rolex, manco a dirlo, non è più stata trovata traccia. rob.lon.

 

BERCETO - Il Rolex, a differenza di tanti suoi simili ostentati a bordo manica, era originale. L'assegno per pagarlo no. Ben fatto, anzi «perfetto» fino nei dettagli, ma una vera patacca a volerlo incassare. Se ne accorse in un secondo tempo, il...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal