Sei in Gweb+

Giacomello in televisione

Terry «il terribile» a MasterChef: «In cucina c'è bisogno di passione»

06 febbraio 2021, 05:08

Terry «il terribile» a MasterChef: «In cucina c'è bisogno di passione»

«Uno scienziato pazzo con la casacca da chef». Così giovedì sera è stato annunciato da Bruno Barbieri, che conduce assieme a Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, l'ingresso di Terry Giacomello, del ristorante parmigiano Inkiostro di via San Leonardo, alla puntata numero 15 di MasterChef Italia, popolare talent dietro ai fornelli trasmesso su Sky e giunto alla decima edizione.

È toccato anche al notissimo (e temutissimo) chef di origine veneta giudicare i concorrenti. «Uno sperimentatore e visionario» è stato ancora definito da Barbieri che ha poi ricordato la stella Michelin con cui è stato premiato. Giacomello ha iniziato a tredici anni e oggi è tra gli chef più all'avanguardia d'Italia tanto da aver ricevuto il riconoscimento Innovazione in cucina 2020 dell'ultima guida dell'Espresso.

«Nel nostro mestiere conta la passione - sono stati alcuni dei suoi consigli - e la curiosità. Non si finisce mai di imparare».

Giacomello ha poi svelato le tre sfide, in forma di piatti, della serata: un piatto di origine indonesiana con base di fagiolo, poi uno a base di lombo di alce e, il più difficile, con quaranta ingredienti, l'«insalata folle» (erbe succose, piccanti, acide e amare, oltre alla salsa di lampone artico e uova di lumaca).

«Sono piatti difficili - ha spiegato lo chef di Inkiostro -, ma non complicatevi la vita».

Ha poi presentato gli ingredienti agli aspiranti chef sempre più spaventati. «Il consiglio che vi do è quello di assaggiare tutto - ha aggiunto -. Ricordate: equilibrio ed estetica».

Lo chef, al momento dei giudizi, non ha fatto sconti (ha anche rimproverato un concorrente un po' troppo... espansivo) perché «gli ingredienti sono il problema, ma anche la soluzione di un piatto». Semaforo verde all'alce cucinata da Irene. Promossi da Giacomello anche Jia Bi e Aquila. Alla fine di questa prova - che ha visto l'eliminazione di Valeria e Cristiano - il piatto migliore, fagioli con caprino, è stato proprio quello di Jia Bi. «Hai centrato il gusto e l'armonia - ha detto all'emozionatissima aspirante chef -. Credete nei vostri sogni perché nella vita l'impossibile non esiste».