Sei in Gweb+

SISSA

Addio a Ferdinando Cocconi, il medico che sapeva essere amico

09 febbraio 2021, 05:03

Addio a Ferdinando Cocconi, il medico che sapeva essere amico

MICHELE DEROMA

 

SISSA TRECASALI Ha sempre ritenuto il proprio lavoro da medico una vera e propria missione, Ferdinando Cocconi, nei suoi quarant’anni di professione a Sissa: una lunga carriera caratterizzata da notti insonni e reperibilità totale, 24 ore su 24 e sette giorni su sette, per garantire la propria assoluta disponibilità ai cittadini del paese rivierasco. Il conosciutissimo ed apprezzato medico si è spento all’alba di domenica, a 93 anni, nella propria abitazione di Sissa.

Originario di una famiglia di agricoltori di Parma, Ferdinando affrontò il proprio percorso di studi all’università di Parma, culminati nel tirocinio presso l’ospedale Maggiore, prima di «tornare alle origini, nella sua amata campagna», racconta il figlio Guido: nel 1960 Ferdinando sposò Giovanna Giavazzoli, conosciuta proprio tra le aule dell’ateneo cittadino, e si trasferì a Sissa, dove insieme alla moglie intraprese l’attività in campo sanitario. In particolare, Giovanna – scomparsa nel luglio del 2011 - aprì il proprio ambulatorio da dentista, mentre Ferdinando si dedicò alla medicina di famiglia, con «una professionalità», spiega Guido, «che lasciava spesso spazio all’amicizia con i propri pazienti: mio padre non ha saputo soltanto essere un dottore di grandi competenze, ma un vero e proprio confidente, con cui la popolazione ha potuto instaurare rapporti belli e profondi».

Rapporti tanto significativi da restare ben forti anche dopo il pensionamento di Ferdinando, attorno agli anni Duemila: «Tante persone anziane, o ragazzi che mio padre ha visto nascere e nel tempo sono diventati adulti, venivano a visitare mio padre a casa, per chiacchierare e condividere emozioni e impressioni sul passato e sul presente».

Ferdinando Cocconi mantenne per diversi anni anche l’incarico di medico scolastico, per cui si recava nelle scuole del paese ad eseguire controlli sanitari sugli studenti: «Il tempo libero quasi non esisteva per lui e in generale per la nostra famiglia, tanto che ci siamo “spaventati“– sorride Guido – e nessuno di noi figli, io come mio fratello maggiore Fernando, ha intrapreso la carriera da medico. Fortunatamente negli anni Ottanta mio padre riuscì ad organizzarsi con alcuni colleghi sul territorio, per offrire una disponibilità a turno almeno nelle giornate domenicali e di festività». Le esequie di Ferdinando Cocconi saranno celebrate questa mattina, alle 10.45, nella chiesa di Sissa, con partenza del corteo presso l’abitazione dello stimato medico, in via Rivara: le spoglie del 93enne saranno successivamente tumulate nel cimitero di Palasone.

 

MICHELE DEROMA SISSA TRECASALI Ha sempre ritenuto il proprio lavoro da medico una vera e propria missione, Ferdinando Cocconi, nei suoi quarant’anni di professione a Sissa: una lunga carriera caratterizzata da notti insonni e reperibilità...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal