Sei in Gweb+

commercio

Negozi, bar e hotel: nel 2020 a Salso chiuse 25 attività

09 febbraio 2021, 05:04

Negozi, bar e hotel: nel 2020 a Salso chiuse 25 attività

Attività commerciali, alberghiere e ricettive a Salso e Tabiano: tante sono state le saracinesche abbassate e le vetrine spente anche nel 2020. Hanno chiuso i battenti infatti, fra negozi e locali pubblici, 21 attività, mentre sono state 4 le strutture ricettive che hanno cessato.

Un dato però leggermente migliore rispetto a quello registrato l’anno precedente: nel 2019 avevano chiuso 27 attività commerciali e 10 strutture ricettive. Se è vero che la continua riduzione delle attività della città termale riduce di conseguenza anche i numeri delle chiusure, si può parlare di un 2020 che ha «tenuto» nonostante l’emergenza Coronavirus (va precisato che stiamo parlando di chiusure definitive dell'attività e non di quelle dovute ai lockdown o comunque ai mesi di difficoltà vissuto nel 2020), in particolare il settore dei pubblici esercizi e con molte strutture ricettive che hanno tenuto chiuso durante la scorsa stagione o aperto solo saltuariamente.

Il 2021 è invece partito con un leggero segnale di ripresa, con tre nuove riaperture ad inizio febbraio, due bar/ristoranti e un’attività di fiorista. Il polso della situazione si evince dai dati sulla rete distributiva commerciale e dei pubblici esercizi rilevati dall’Ufficio economico del Comune. Dati, aggiornati alla fine del 2020, che vedevano attivi tra Salso e Tabiano, 80 esercizi alimentari di vicinato, 198 non alimentari, 147 fra bar e ristoranti, 65 strutture alberghiere, 24 extralberghiere e 9 agriturismi.

Nel complesso hanno «tenuto» gli esercizi alimentari di vicinato: le nuove aperture sono state 4 (rispetto alle 6 del 2019), i subingressi 3 (1 il precedente anno) mentre le cessazioni 2 (pari al 2019). Nel settore non alimentare, le nuove aperture sono state 3 contro le 6 registrate nel 2019, un subingresso (3 nel precedente anno) e 8 le cessazioni (contro le 14 del 2019). Per quanto riguarda invece l’attività dei pubblici esercizi per la somministrazione (bar e ristoranti), in calo le aperture: 3 le nuove (mentre erano state 6 nel 2019); 5 i subingressi (contro 12 dell’ anno precedente); alla pari invece le chiusure, 11 nel 2020 come nel 2019. Per quanto riguarda il settore alberghiero, c’è stata una nuova riapertura (2 nel 2019), nessun sub ingresso (contro i 4 dell’anno prima) e uno stesso numero di cessazioni: 3 come nel 2019. Per la voce extralberghieri (che comprende bed and breakfast, campeggi, appartamenti e case vacanze): 2 nuove aperture (era stata una nel precedente anno); 1 subingresso (nessuno invece nel 2019) mentre c’è stata una sola cessazione rispetto alle 7 dell’anno precedente. Nessuna nuova apertura alla voce agriturismi (nel 2019 ser ne era registrata una), come pure nessun subingresso e cessazione, pari all’anno precedente.

A.S.

 

Attività commerciali, alberghiere e ricettive a Salso e Tabiano: tante sono state le saracinesche abbassate e le vetrine spente anche nel 2020. Hanno chiuso i battenti infatti, fra negozi e locali pubblici, 21 attività, mentre sono state 4 le...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal