Sei in Gweb+

LUTTO

Addio a Emilio Pigoni: per cinque volte fu vicesindaco di Palanzano

13 febbraio 2021, 05:05

Addio a Emilio Pigoni: per cinque volte fu vicesindaco di Palanzano

MARIA CHIARA PEZZANI

 

PALANZANO Nei giorni scorsi è scomparso a 77 anni Emilio Pigoni, uno dei volti storici di Palanzano, indimenticato vicesindaco, il cui impegno per il territorio ha lasciato un segno per il suo esempio di dedizione e la voglia di darsi da fare che lo animava.

Nativo di Riana, Pigoni rimane orfano a 13 mesi quando il padre viene ucciso dai tedeschi in ritirata. Lui e la sorella vengono cresciuti tra tante difficoltà dalla mamma e grazie agli zii riesce a terminare gli studi.

Poco più che ventenne viene assunto dalla Cassa di risparmio. Nel 1968 il matrimonio con Isolina: una solida unione da cui nascono i figli Simona e Fausto. Insieme si trasferiscono a Palanzano, nella filiale locale da poco aperta. Un luogo dove lavorerà fino alla pensione, diventando un punto di riferimento per tutta la popolazione.

Sempre sorridente e animato da un atteggiamento positivo, Pigoni ha avuto la capacità di cogliere i bisogni della comunità. Ha speso tempo ed energie impegnandosi socialmente, partecipando alle diverse iniziative che fiorivano nel territorio, dal volontariato nel Comitato Croce Rossa di Palanzano, di cui è stato tra i fondatori, all’assidua presenza tra le file dei donatori dell’Avis. E poi il suo contributo alla nascita della Pro loco del paese, l’impegno nella società calcistica e nel Motoclub.

Negli anni ‘80 l’impegno sociale diventa anche amministrativo. Pigoni infatti, dal 1985 è vicesindaco di Palanzano per cinque mandati, l’ultimo tra il 2009 e il 2014.

Si distingue per l’attenzione alle diverse fasce della popolazione, dai giovanissimi agli anziani del centro diurno. «Una persona positiva e grande galantuomo che ha lavorato assiduamente per il bene comune - racconta Carlo Montali, amico dai tempi del collegio ed ex sindaco di Palanzano -. Si è interessato della scuola, affrontando le criticità legate alla poca presenza di alunni, ha lavorato per il mantenimento e lo sviluppo della sanità pubblica e alle attività per anziani del centro diurno comunità alloggio. Tanti i progetti sviluppati dalla gestione che hanno marcato la sua presenza, come, tra le altre, l’acquedottistica, la metanizzazione, la piscina, lo sviluppo commerciale con la realizzazione del Pala fiera e del centro sovracomunale di Protezione civile. Sono stato con lui tanti anni ed abbiamo lavorato fianco a fianco senza sbavature o dubbi sugli obbiettivi raggiunti nella gestione amministrativa. Una persona di capacità e qualità - conclude - che ha contribuito alla dignità e rispetto del nostro Comune».

Un custode delle tradizioni e della cultura della montagna, che ha lasciato un esempio di concretezza difficile da eguagliare. «Una persona educata e gentile, disponibile con tutti. Come lui non ne avremo più - ricorda il sindaco di Palanzano Ermes Boraschi -. Si è sempre speso in diversi modi per Palanzano dando dimostrazione di un autentico attaccamento al territorio».

 

MARIA CHIARA PEZZANI PALANZANO Nei giorni scorsi è scomparso a 77 anni Emilio Pigoni, uno dei volti storici di Palanzano, indimenticato vicesindaco, il cui impegno per il territorio ha lasciato un segno per il suo esempio di dedizione e la...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal