Sei in Gweb+

Tabiano

Focolaio Covid alla «Verdi»: un'ospite ricoverata al Maggiore

14 febbraio 2021, 05:08

Focolaio Covid alla «Verdi»: un'ospite ricoverata al Maggiore

MONICA TIEZZI

È stata ricoverata nel reparto Covid dell'ospedale Maggiore una delle 36 ospiti della casa per anziani «Giuseppe Verdi» di Tabiano dove giovedì è stata certificata, con i tamponi a tappeto, la presenza di un focolaio Covid. Sono state contagiate complessivamente 44 persone: 36 dei 57 ospiti e otto operatori sanitari (di cui un impiegato amministrativo) sui 23 che lavorano nella struttura.

Ironia della sorte, il contagio è stato scoperto a cinque giorni dalla somministrazione della seconda dose del vaccino Pfizer.

SOTTO OSSERVAZIONE

La persona ricoverata è un'anziana di 87 anni che presentava, al test di saturazione, livelli preoccupanti di ossigenazione. La decisione del ricovero è stata presa d'intesa fra il medico della residenza, Pasquale Gerace (che è anche assessore alla cultura e allo sviluppo termale del comune di Salsomaggiore) e il team dell'Usca (Unità speciale di continuità assistenziale) dell'Ausl, incaricato di valutare la situazione dei malati Covid a domicilio o, come in questo caso, in residenze protette.

Ieri il team dell'Usca ha visitato tutti gli ospiti contagiati ed è rimasto nella casa anziani di viale Fidenza da metà mattinata fino al pomeriggio inoltrato.

LA STRUTTURA

La casa anziani di Tabiano è una struttura privata gestita dalla srl «Residenza Verdi» ed è nata dalla riconversione di uno storico albergo di Tabiano, dove era solito soggiornare Giuseppe Verdi durante le cure termali.

Oltre all'anziana ricoverata, sono sotto stretta osservazione altri quattro ospiti, che hanno iniziato una terapia cortisonica e che domani riceveranno un'altra visita dell'Usca per valutare gli sviluppi clinici e un eventuale ricovero. Le condizioni degli altri contagiati - spiega Andrea Deolmi, direttore del Distretto Ausl di Fidenza - per ora non destano particolari preoccupazioni: si tratta di 26 donne e 10 uomini, l'età media complessiva è di poco più di 87 anni (89 quella delle donne e 84 quella degli uomini).

GLI OPERATORI SANITARI

Anche le condizioni degli otto operatori sanitari è buona: «Tutti si stanno curando a casa e la maggior parte sono asintomatici» dice Pasquale Gerace.

Circa a metà gennaio sia ospiti che personale sono stati vaccinati da un team dell'Ausl, in collaborazione con il medico della residenza e gli operatori dell'Usca, con la prima dose del vaccino anti-Covid della Pfizer. Sabato 6 febbraio è stata somministrata la seconda dose. L'immunizzazione, spiegano gli esperti, si dispiega a distanza di una-due settimane dalla seconda dose. È quindi probabile, dicono i medici, che i il contagio sia avvenuto nei giorni immediatamente precedenti la seconda somministrazione.

TAMPONI A TAPPETO

La certezza che si fosse scatenato un focolaio si è avuta giovedì scorso, dopo che martedì qualche ospite aveva lamentato alcuni sintomi tipici del Covid. Le visite interne, e poi quelle condotte dai medici dell'Usca anche con l'ausilio di indagini strumentali, hanno avvalorato l'ipotesi del contagio da coronavirus. A quel punto mercoledì sia ospiti che personale sono stati sottoposti a tampone e il giorno dopo è arrivata la conferma dei 44 casi di positività.

Al momento quasi tutti gli ospiti contagiati sono isolati in stanze singole, dove ricevono i pasti. «Solo in alcuni casi, ad esempio due sorelle molto legate ed entrambe contagiate - spiega Gerace - si è deciso di alloggiarle nella stessa camera».

Le visite dei familiari al momento sono state interrotte ma anche in precedenza, dice il medico della struttura, avvenivano solo con la schermatura di un vetro e spesso in videochiamata.

 

MONICA TIEZZI È stata ricoverata nel reparto Covid dell'ospedale Maggiore una delle 36 ospiti della casa per anziani «Giuseppe Verdi» di Tabiano dove giovedì è stata certificata, con i tamponi a tappeto, la presenza di un focolaio Covid. Sono state...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal