Sei in Gweb+

Basilicagoiano

San Geminiano piange Enrico Mazzoni, il mastro salumiere

16 febbraio 2021, 05:07

San Geminiano piange Enrico Mazzoni, il mastro salumiere

NICOLETTA FOGOLLA

BASILICAGOIANO Il salumificio, fondato oltre 60 anni fa insieme al padre, era di fatto una sua amata «creatura». A tal punto che, grazie a tale attività, aveva conquistato sul campo il «titolo» di mastro salumiere. Ma per Enrico Mazzoni, 87 di San Geminiano scomparso nei giorni scorsi, anche il grande impegno profuso quotidianamente sul lavoro era riconducibile alla volontà di offrire stabilità ai quattro figli: Lorenzo, Silvia, Michele e Maura. L’uomo si è spento all’Ospedale Maggiore dove si trovava ricoverato da circa una settimana. Con lui scompare pure un appassionato cultore della storia in generale ma, soprattutto, di quella locale e matildica.

Mazzoni era nato a San Geminiano, a poca distanza dal palazzo in cui viveva attualmente, attiguo al laboratorio artigianale di produzione e lavorazione di salumi, tuttora portato avanti dal figlio Lorenzo. Dopo la morte della moglie, risalente a circa 8 anni fa, abitava da solo, ma da un po’ di tempo, era supportato dalla figlia Silvia e dal figlio Michele, residente nella stessa casa insieme alla sua famiglia. «Mio padre – racconta Silvia – ha vissuto una vita intera in funzione della famiglia. Anche l’attività del salumificio era indirizzata a garantire un futuro sicuro a noi figli. Era riconosciuto da più parti come «maestro» nella lavorazione dei salumi, tanto da insegnare ai giovani il mestiere, nell’ambito di Formart. Aveva ottenuto dei riconoscimenti in materia e pure gli studenti dell’Alma di Colorno erano venuti in visita al salumificio». Mazzoni era nato in una famiglia contadina numerosa. Il padre, originario del reggiano, si era trasferito a San Geminiano, vicino a Monticelli. E da San Geminiano non si è mai spostato. Neppure dopo il matrimonio con Zoraide Campanini, avvenuto nel 1964.

Mazzoni aveva frequentato la scuola di avviamento a indirizzo agrario all’Istituto Salesiano Don Lazzero di Montechiarugolo, a cui era rimasto molto legato, tanto da seguire tutti gli appuntamenti organizzati negli anni dal gruppo degli ex allievi. I figli ricordano il padre come «un uomo all’antica, molto religioso e legatissimo ai valori profondi, al lavoro e alla famiglia, dotato di un carattere deciso, preciso e schematico». Mazzoni era un grande lettore, appassionato di storia e di archeologia. Inoltre non mancava mai di partecipare alle gare di briscola del sabato sera, insieme ai suoi amici, nel Centro parrocchiale di Basilicagoiano. Proprio alla parrocchia e alla scuola materna parrocchiale di Basilicagoiano, non mancava mai di garantire il proprio supporto organizzativo. I funerali di Enrico Mazzoni si sono tenuti ieri, nel Santuario di Maria Ausiliatrice dell’Istituto salesiano di Montechiarugolo. La salma è stata tumulate nel cimitero di Basilicagoiano.

 

NICOLETTA FOGOLLA BASILICAGOIANO Il salumificio, fondato oltre 60 anni fa insieme al padre, era di fatto una sua amata «creatura». A tal punto che, grazie a tale attività, aveva conquistato sul campo il «titolo» di mastro salumiere. Ma per Enrico...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal