Sei in Gweb+

BUSSETO

Fanno una passeggiata e trovano un «tesoro» nascosto

di Paolo Panni -

18 febbraio 2021, 05:04

Fanno una passeggiata e trovano un «tesoro» nascosto

BUSSETO Vanno a passeggiare e trovano migliaia di euro in mezzo alla campagna bussetana. Denaro che portano immediatamente ai carabinieri, nella speranza di ritrovare la persona che potrebbe averli smarriti.

Protagonisti dell’accaduto, e del grande senso civico dimostrato, sono due cittadini di origine indiana, da tempo residenti a Busseto, dove lavorano e sono ben integrati.

In un momento di libertà, l’altro ieri si sono incamminati per fare una passeggiata nelle campagne. Una delle tante che spesso hanno compiuto in zona durante il loro tempo libero.

Ad un tratto sono rimasti incuriositi dalla presenza di un contenitore abbandonato lungo una stradina di campagna. In apparenza uno dei purtroppo numerosi rifiuti che si possono rinvenire dispersi nell’ambiente.

Presi dalla curiosità, però, lo hanno aperto, trovandosi immediatamente di fronte l’incredibile ritrovamento. All'interno del contenitore infatti erano custodite numerose banconote, per un valore di svariate migliaia di euro.

Una cifra importante, che gli inquirenti non hanno voluto rivelare.

Una somma che avrebbe potuto far gola a chiunque. Invece i due uomini non ci hanno pensato un istante e hanno consegnato il singolare ritrovamento ai carabinieri.

A questo punto resta però il mistero. A chi appartengono quei soldi? Come mai sono finiti in mezzo alla campagna? Forse qualcuno li ha persi? Oppure li ha nascosti qualche ladro maldestro? Tanti gli interrogativi che al momento non hanno risposta.

La somma, ora, è al sicuro e, chi l’avesse per qualsiasi motivo smarrita, può rivolgersi alla stazione carabinieri di Busseto.

Ovviamente, in tal caso, chi dovesse presentarsi alla porta della caserma dovrà saper indicare non solo la cifra esatta ma anche tutta una serie di particolari che solo chi era realmente e legittimamente in possesso di quel denaro può conoscere.

È anche noto che, secondo quanto prevedono le norme, se entro un anno non si dovesse presentare il proprietario, la cifra entrerebbe in possesso dei due uomini che l'hanno ritrovata.

In quel caso, come loro stessi hanno già anticipato, la somma sarà devoluta tutta in beneficenza. Non solo senso civico, quindi, ma anche un cuore grande.