Sei in Gweb+

Collecchio

Investito e ucciso Pablo, il lupo del parco del Taro

18 febbraio 2021, 05:01

Investito e ucciso Pablo, il lupo del parco del Taro

COLLECCHIO E’ stato trovato ieri mattina sul ciglio della strada, con il cranio fracassato dalla botta, l’ennesimo lupo del branco del Parco del Taro.

La carcassa sarà ora analizzata dai veterinari per capire l’età esatta dell’animale ma già si teme che possa trattarsi di Pablo, il nuovo «dominante» che ha preso il posto di Vincenzo, investito lo scorso settembre sempre sul tratto di via Spezia tra Pontescodogna e Ozzano. Al di là della perdita per la biodiversità e del danno per l’equilibrio faunistico del parco, un dato che balza immediatamente all’occhio è il cospicuo numero di animali selvatici investiti nell’ultimo anno in quei pochi chilometri di strada. Oltre ai quattro lupi, infatti, si contano tanti piccoli animali, investiti senza che vengano segnalati, ma anche caprioli, daini e persino cinghiali. La riduzione della velocità è però finora l’unica soluzione per garantire la sicurezza di chi transita in auto o in moto si fanno più insistenti. Criticità che vanno risolte con urgenza e su cui è alta anche l’attenzione di Footprint, associazione parmigiana impegnata da anni nella conservazione delle diversità. «Questo argomento è molto attuale e le istituzioni, a livello mondiale fino ai piccoli enti locali, se ne stanno occupando con piani di salvaguardia che risultano, sulla carta, piuttosto efficaci. Riteniamo che si debba trovare una soluzione per permettere la convivenza tra tutte le specie coinvolte. In alcuni Paesi del Nord Europa sono stati realizzati “ecodotti” per permettere il naturale spostamento degli animali: se facessimo altrettanto, saremmo pionieri in Italia di tali soluzioni di salvaguardia. In ogni caso, la nostra associazione assicura fin da subito la disponibilità dei suoi esperti per studiare, insieme a tutti gli organi preposti, una soluzione tempestiva ed efficace». c.d.c.

 

COLLECCHIO E’ stato trovato ieri mattina sul ciglio della strada, con il cranio fracassato dalla botta, l’ennesimo lupo del branco del Parco del Taro. La carcassa sarà ora analizzata dai veterinari per capire l’età esatta dell’animale ma già si teme...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal