Sei in Gweb+

VIABILITÀ

Via Traversetolo, ecco il semaforo a chiamata per i pedoni

21 febbraio 2021, 05:01

Via Traversetolo, ecco il semaforo a chiamata per i pedoni

GIAN LUCA ZURLINI

Ci sono voluti tre anni da un investimento mortale in quello stesso punto, ma nei giorni scorsi è stato finalmente attivato il nuovo attraversamento pedonale con semaforo a chiamata su via Traversetolo, nel tratto compreso tra l’uscita della tangenziale Est e strada Pizzetti a Marore.

Il semaforo era già presente lì da fine dicembre e non era mancata qualche segnalazione dei cittadini alla «Gazzetta» per chiedere il motivo del ritardo nell'attivazione. Ora però l'attraversamento, che coincide con le fermate dei bus, è stato finalmente messo in sicurezza, concludendo un percorso attivato dopo l'investimento mortale di una pensionata che era scesa dal bus ed era stata travolta in orario serale mentre attraversava via Traversetolo. Che in quel punto, nonostante la presenza di alcuni insediamenti abitativi nelle vicinanze, è avvolta nell'oscurità, in quanto non è presente l'illuminazione pubblica.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore alla Mobilità Tiziana Benassi, per un’opera che mette in sicurezza gli utenti deboli come pedoni, su una strada particolarmente trafficata come via Traversetolo, in un punto in cui, in passato, non era presente nessun attraversamento pedonale.

Il nuovo attraversamento è dotato di un impianto semaforico a chiamata, che garantisce una maggiore sicurezza per i pedoni che devono attraversare la strada, soprattutto per raggiungere le fermate del bus presenti su entrambi i lati.

I lavori hanno comportato anche interventi sui marciapiedi, che sono stati adattati, con apposite rampe, in modo da essere agevolmente utilizzabili anche da persone disabili. È stata tracciata la segnaletica orizzontale e posizionata quella verticale. L’opera si inserisce nell’ambito degli Interventi di riqualificazione delle fermate del trasporto pubblico locale a cura di Smtp – Società per la mobilità ed il trasporto pubblico di Parma – e grazie a fondi messi a disposizione della Regione – ed è stato realizzato su espressa richiesta da parte del Comune di Parma dopo l'investimento mortale. L’intervento ha avuto un costo complessivo di 50mila euro, per metà a carico del bilancio di Smtp e per metà a carico della Regione.

L'INVESTIMENTO MORTALE

Era l'8 novembre del 2017 quando, poco dopo le 18, proprio in quel punto dove adesso c'è il nuovo attraversamento pedonale con semaforo a chiamata, è stata investita e uccisa Milla Maestri, una pensionata ottantenne che risiedeva in via Torelli. La donna era appena scesa dall'autobus numero 11 alla fermata e probabilmente stava tentando di attraversare via Traversetolo per arrivare alla fermata dall'altra parte della carreggiata e prendere il bus verso la città. A quell'ora, però, era già buio e in quel punto non c'erano né strisce pedonali né tantomeno lampioni dell'illuminazione. E proprio forse a causa dell'oscurità venne investita da una Fiat Panda guidata da un'altra donna. Milla Maestri, nonostante l'immediato trasporto al Maggiore, riportò ferite gravissime e morì il giorno dopo. Da subito i residenti della zona richiamarono l'attenzione sulla pericolosità della strada in quel punto, di fatto ancora urbano ma senza illuminazione, richiedendo interventi di messa in sicurezza. E ora, a distanza di poco più di tre anni, ecco il semaforo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

GIAN LUCA ZURLINI Ci sono voluti tre anni da un investimento mortale in quello stesso punto, ma nei giorni scorsi è stato finalmente attivato il nuovo attraversamento pedonale con semaforo a chiamata su via Traversetolo, nel tratto compreso tra...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal