Sei in Gweb+

Le pagelle del Parma

Non basta un redivivo Cornelius

22 febbraio 2021, 05:01

Non basta un redivivo Cornelius

5,5 SEPE

Non gli imputiamo grandi cose, anzi ha sfoderato una bella uscita alta ed è stato apprezzabile nei rinvii di piede. Ma sul primo gol ha fatto due o tre passi avanti poi è tornato indietro e può così prendersi una fetta di responsabilità.

 

5,5 CONTI

Nel primo tempo è stato convincente come il resto della squadra, nel secondo è calato vistosamente, specie dopo che è entrato il fresco Ouwejan. E rischia tanto nel finale con l'entrata non punita da Irrati.

 

5,5 BANI

Era stato impeccabile per un'ora, come i suoi compagni, nonostante un'ammonizione fiscale sulle spalle. Quando però ha lasciato andare Okaka alzando la mano per un inesistente fuorigioco ha bucato una gomma alla squadra.

5,5 GAGLIOLO

Niente da dire su gran parte della sua prestazione. Nella ripresa si è messo a prendere a zuccate le decine di palloni che De Paul, sempre troppo solo, riversava in area. Quando non s'è fatto trovare al suo posto s'è preso il primo gol. Brucia ancora di più quella palla calciata fuori al 93'.

 

 

6 PEZZELLA

Finché ha benzina corre e spinge con bella continuità. La rinascita di Cornelius dipende anche dalla sua prestazione. Poi però, come troppo spesso accade, deve uscire prima del tempo, e un minuto dopo c'è il secondo patatrac.

5,5 LAURINI st 34'

Effettua un bel salvataggio sul 2-2 ma nell'azione del pareggio ci dovrebbe spiegare che cosa ha combinato. Il suo ruzzolone davanti a Nuytinck ha spianato la strada all'avversario e forse disorientato Alves.

6,5 KUCKA

Ecco, questo può essere un capitano. Forza, corsa, mestiere, freddezza dal dischetto: ha anche tirato in porta, sia pur senza esito, quattro volte. Tra i pochi veterani che non delude.

 

6 BRUGMAN

Prova generosa, lotta, scherma, contrasta e anche lui va in riserva prima del tempo.

5 CYPRIEN st 25'

Solo noi notiamo che ogni volta che entra il risultato si deteriora? Sarà anche sfortunato, però una mano non la dà mai e poi mai. Una sua punizione sfiora il sette, ma da fermi giocano bene in tanti.

6 HERNANI

Ha fatto numeri tecnici da circo, avviando ad esempio con un colpo di tacco l'azione dell'1-0. Una prestazione gagliarda sotto vari aspetti ma con una falla: si è troppo disinteressato del dirimpettaio De Paul, che ha potuto fare parecchi danni.

5 GRASSI st '21

Quando è entrato la squadra si stava sfaldando sul piano energetico e tattico e lui non è riuscito a cementare alcunché in nessuno dei due aspetti.

6 KARAMOH

Si nota che più gioca più prende fiducia ma è ancora poco pulito in tanti tocchi che, se fatti bene, potrebbero produrre gol e occasioni là davanti. Disponibile anche in fase difensiva.

6 MAN st 21'

D'Aversa aveva spiegato che gli serve più rodaggio e in effetti si vede che per la serie A è ancora grezzo, incerto in alcuni movimenti. Si capisce però che ci sono buone qualità: ha scatto e nerbo, dev'essere più intraprendente.

6,5 MIHAILA

Ora si dirà che poteva giocare un po' di più nell'ultimo mese e c'è del vero. Tolta la comprensibile limitata autonomia (si è spento dopo meno di un'ora) gli va riconosciuto il merito di saper puntare l'avversario. La semplicità con cui ha strappato il rigore contrasta con l'abulia troppo spesso mostrata in quei frangenti dall'ultimo Gervinho.

 

5 ALVES st 34'

Subentra per sigillare il traffico aereo e invece alla prima palla lascia troppo spazio a Nuytinck che segna il 2-2. È anche da questi particolari che si giudica una stagione: sua e del Parma.

 

 

 

IL MIGLIORE

CORNELIUS 7

Dov'era finito? Il Cornelius di ieri in questa stagione non l'avevamo mai visto. Che gli desse fastidio Gervinho? Certo, finalmente ha ricevuto più cross ma quando mai aveva vinto tanti duelli e difeso tanti palloni. E' stato il crociato che ha corso di più, quasi 12 km, eppure al 93' ha confezionato un ghiotto assist per Gagliolo. Magari è tardi, ma su questi livelli da qui alla fine si prenderà e ci darà altre soddisfazioni.

 

 

L'ALLENATORE

 

 

D'AVERSA 6

Il coraggio che ha chiesto alla vigilia lo ha avuto finalmente anche lui nel rompere un controproducente clima di lassismo. La squadra ha risposto e nel primo tempo ha divertito meritando un vantaggio anche più largo. Nella ripresa però dalla panchina non ha aiutato i suoi a mantenere il vantaggio. Troppi elementi stanchi? Riserve non all'altezza? Tutto può essere ma gli spazi concessi a De Paul gridano vendetta, così come l'ormai stucchevole serie di gol di testa incassati. In un caso e nell'altro, come ben saprà, anche lui poteva fare di più.

L'ARBITRO

IRRATI 4

Per fortuna direzioni così sfasate ormai se ne vedono poche. Undici gialli in questa partita raccontano una prova fallimentare dell'arbitro condita da parecchie altre sviste.. Che poi non veda almeno il rigore su Karamoh e Piccinini non si azzardi a segnarglielo dalla sala Var è un mezzo scandalo. Parziale rimborso il mancato rigore ai friulani nel finale di partita ma i danni dei suoi cartellini incideranno a lungo, intanto già sabato a La Spezia.

5,5 SEPE Non gli imputiamo grandi cose, anzi ha sfoderato una bella uscita alta ed è stato apprezzabile nei rinvii di piede. Ma sul primo gol ha fatto due o tre passi avanti poi è tornato indietro e può così prendersi una fetta di responsabilità....

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal