Sei in Gweb+

Vaccini

Per i disabili ancora nessuna data. Le associazioni: «Fate presto»

23 febbraio 2021, 05:01

Per i disabili ancora nessuna data. Le associazioni: «Fate presto»

La Regione ha inserito le persone in condizione di disabilità nella lista delle priorità, al pari del personale scolastico, per l’erogazione dei vaccini coinvolgendo i medici di famiglia. Purtroppo, però, le prenotazioni per loro a Parma sono ancora da definire. Abbiamo raccolto alcune opinioni fra le associazioni della categoria.

Walter Antonini, presidente Anmic, assicura che «il rapporto con le aziende sanitarie è di piena collaborazione. Confidiamo nel fatto che si arrivi in tempi brevissimi a vaccinare almeno le centinaia persone in condizioni più gravi. Da quanto ci è stato detto, fra fine marzo e inizio aprile almeno i circa mille che si trovano in questa situazione, sui 16000 disabili presenti a Parma, dovrebbero ricevere il vaccino». Cristina Franceschi di «Noi uniti per l’autismo» fa presente che «i nostri soci che hanno i figli nei centri diurni chiedono qualche certezza. I ragazzi autistici sono una fascia debole da proteggere perché sono ad alto rischio e il ricovero porrebbe loro problemi enormi. Per di più i centri funzionano ad orari ridotti a causa della pandemia, e la vaccinazione potrebbe sbloccare la situazione». Annalisa Gabbi di «FA.CE» (Famiglie cerebrolesi) fa sapere che «è arrivata una comunicazione dell’Ausl, ma ci ha in qualche modo spiazzato, perché prevede l’inoculazione del vaccino AstraZeneca, che però pare essere controindicato per alcune patologie gravi. Ciò crea diverse perplessità, con il rischio che non arrivi il consenso. Vorremmo poter tranquillizzare le famiglie, anche con il coinvolgimento dei medici di base». Laura Schianchi di «Prima gli ultimi» infine afferma: «Sulla vaccinazione dei disabili regna ancora la confusione. Ad una ragazza il medico di famiglia ha consigliato il “Moderna” perché AstraZeneca, che ora viene proposto dall’Ausl, potrebbe essere incompatibile con le sue patologie. La vaccinazione dovrebbe arrivare presto ma soprattutto essere sicura per tutti».

A.B.

La Regione ha inserito le persone in condizione di disabilità nella lista delle priorità, al pari del personale scolastico, per l’erogazione dei vaccini coinvolgendo i medici di famiglia. Purtroppo, però, le prenotazioni per loro a Parma sono ancora...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal