Sei in Gweb+

Busseto

Strada del melodramma, Salsi posa tre pietre

23 febbraio 2021, 05:01

Strada del melodramma, Salsi posa tre pietre

MARA PEDRABISSI

Arte della memoria, memoria dell'arte: due concetti palindromi si incontrano lungo la “Strada del melodramma” che domenica si arricchirà di tre nuove pietre dedicate a Ettore Bastianini, Romano Gandolfi e Giacomo Puccini. Testimonial sarà il baritono parmigiano di fama mondiale Luca Salsi.

L'arte, in quanto immortale, è Mdi per sé memoria; coltivare la memoria dei grandi è un'arte ben esercitata dal Museo Renata Tebaldi, a Busseto, attraverso il percorso che va dal Teatro Verdi al Museo stesso. Busseto è terra ad alto tasso artistico, da Giuseppe Verdi al “tenorissimo” Carlo Bergonzi, e ospita, nelle ex scuderie di Villa Pallavicino, il museo dedicato a “Voce d'angelo”. A Verdi, Tebaldi e Toscanini sono state dedicate le prime tre pietre della “Strada del melodramma”, nell'ottobre scorso, testimonial Eleonora Buratto.

Giovanna Colombo, presidente della Fondazione intitolata alla Tebaldi, ha un progetto chiaro: «Legare la città di Busseto, attraverso il melodramma, agli artisti più importanti del mondo, del passato e del presente. Sono grata a Luca Salsi, che sarà nostro ospite ricordando Bastianini, Puccini e Romano Gandolfi, scomparso il 18 febbraio di 15 anni fa, straordinario direttore di coro e d'orchestra che ha contribuito a far grande il nome di Parma tra gli amanti della musica».

Salsi, in una pausa delle prove della nuova produzione del “Rigoletto” del Maggio Fiorentino che verrà registrato proprio oggi, dice: «Posare queste pietre così “pesanti” per il valore del loro significato è per me motivo di orgoglio ma anche di grande responsabilità. Chi non conosce e ama le proprie radici e il proprio passato culturale non può pensare di costruire o lasciare qualcosa di importante per il futuro». La posa si terrà domenica alle 11.30 in piazza Verdi: nel rispetto delle misure anti-Covid saranno evitati assembramenti. Le prossime pietre saranno dedicate a Carlo Bergonzi, Maria Callas, Franco Zeffirelli, Enrico Caruso, Giuseppe Di Stefano: la cerimonia, in via di definizione, sarà in marzo.

 

MARA PEDRABISSI Arte della memoria, memoria dell'arte: due concetti palindromi si incontrano lungo la “Strada del melodramma” che domenica si arricchirà di tre nuove pietre dedicate a Ettore Bastianini, Romano Gandolfi e Giacomo Puccini....

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal