Sei in Gweb+

Zibello

Tentati furti, danni, tutte le regole Covid violate: la notte folle di tre rumeni in trasferta (uno ubriaco al volante)

01 marzo 2021, 05:05

Tentati furti, danni, tutte le regole Covid violate: la notte folle di tre rumeni in trasferta (uno ubriaco al volante)

PAOLO PANNI

POLESINE ZIBELLO - Notte decisamente movimentata, quella fra sabato e ieri, a Zibello. Tre rumeni, arrivati dal Pavese, hanno cercato di fare irruzione in alcune abitazioni della terra del culatello.

In una hanno anche creato danni agli infissi. Alla fine se ne sono tornati a casa, parecchie ore più tardi, facendo incetta di denunce e sanzioni, che hanno ulteriormente allungato e peggiorato una lista di precedenti, che li riguardano, tutt’altro che invidiabile.

L’allarme è scattato intorno alle 23 quando diversi cittadini hanno notato individui sospetti aggirarsi a ridosso del centro storico. In un'abitazione di via Bocchi hanno inoltre danneggiato alcune finestre frantumando i vetri con un bastone.

Sul posto si sono precipitati i carabinieri della stazione di Polesine Zibello che erano per altro impegnati in controlli del territorio (finalizzati anche al rispetto delle norme anti Covid) disposti e coordinati dalla compagnia carabinieri di Fidenza agli ordini del capitano Vito Franchini.

Alla vista dei militari, uno dei tre che componevano la banda ha cercato di dileguarsi fuggendo nei campi. Gli altri due sono stati immediatamente bloccati dagli uomini dell’Arma.

Per il fuggitivo la corsa è durata solo pochi minuti: infatti, mentre stava cercando di allontanarsi, è stato individuato e fermato dai carabinieri di San Secondo che stavano arrivando a Zibello.

Poco dopo, in supporto sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Soragna.

I tre rumeni sono stati tutti accompagnati negli uffici della stazione carabinieri di Polesine Zibello per tutte le verifiche e gli accertamenti del caso, durati per altro parecchie ore. Nessuno di loro ha saputo dare giustificazioni che potessero motivare la presenza a Zibello e, anzi, alle domande degli inquirenti, ognuno dei tre ha dato risposte contraddittorie. Nel corso degli accertamenti è stato sequestrato un bastone che avevano utilizzato, verosimilmente poco prima, per danneggiare le finestre ed è quindi scattata una prima denuncia in concorso all’autorità giudiziaria per possesso di oggetti atti a offendere.

Ma non è finita lì: visto che tutti e tre erano in zona arancione, fuori Comune, e ben oltre l’orario limite del coprifuoco, e in considerazione del fatto che erano già stati multati, più volte, per non aver rispettato le norme anti Covid, si sono visti rifilare una sanzione di mille euro a testa (proprio per aver disatteso, nuovamente, le norme in vigore).

Ed è andata anche peggio per il giovane che era alla guida dell’auto. Sottoposto all’alcoltest, è emerso che aveva un tasso alcolemico di oltre 1,5 grammi/litro.

Per lui sono quindi scattate una denuncia per guida in stato di ebbrezza, il ritiro della patente, il sequestro dell’auto ai fini della confisca e una sanzione che varierà tra i 1500 e i 6mila euro, con l’aggravante dell’orario notturno (sull’importo esatto si pronuncerà il giudice in sede di processo).

 

PAOLO PANNI POLESINE ZIBELLO - Notte decisamente movimentata, quella fra sabato e ieri, a Zibello. Tre rumeni, arrivati dal Pavese, hanno cercato di fare irruzione in alcune abitazioni della terra del culatello. In una hanno anche creato danni...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal