Sei in Gweb+

Parma

17 partite senza vittorie. Un triste record

11 marzo 2021, 05:02

17 partite senza vittorie. Un triste record

CARLO BRUGNOLI

30 novembre 2020: il Parma vince in trasferta contro il Genoa. Da allora i tre punti non sono più arrivati. Basta questo dato, che ha quasi dell'incredibile, per certificare la stagione maledetta dei crociati che, se non batteranno domenica la Roma, avranno giocato un intero girone senza successi.

RECORD NEGATIVO
Mancano ancora 12 partite alla fine del campionato ma il record negativo assoluto di partite consecutive senza i tre punti, da quando il Parma è salito in serie A nel 1990, è già stato ampiamente battuto.

La peggior striscia precedente risale alla stagione 2014- 2015 (quella del fallimento e del conseguente declassamento in serie D) con 10 partite senza vittorie.

Nelle stagioni 2010-2011 e 2011-2012 le gare senza i tre punti furono nove.

La speranza è ovviamente quella che contro la Roma si possa interrompere questa incredibile striscia negativa.

SOLO DUE VITTORIE
Ma c'è un altro record negativo che rischia di essere battuto in questo campionato e cioè quello delle vittorie totali.

I precedenti dicono che le due performance peggiori del Parma da quando è arrivato nella massima serie, sono quelle del 2007-2008 (7 vittorie) e del 2014-2015 (sei vittorie complessive). Quest'anno siamo fermi a due (Verona in casa e Genoa fuori) ma considerando che il Parma deve ancora affrontare partite sulla carta proibitive (Roma domenica e poi Milan, Juventus e Lazio), il rischio è che si possa fare ancora peggio delle due stagioni che abbiamo appena citato.

LE SCONFITTE
Fino ad oggi il Parma ha collezionato 14 sconfitte come il Cagliari. Peggio dei crociati solo il Crotone (19 sconfitte). In questo caso il record negativo assoluto è di 18 partite perse nella stagione 2007-2008 terminata con la retrocessione. In quella occasione il Parma riuscì a raccogliere 34 punti.

LA QUOTA SALVEZZA
A questo punto, vista la situazione di classifica della squadra di D'Aversa, è praticamente inutile stilare tabelle salvezza.

La quota da raggiungere quest'anno, però, potrebbe essere inferiore a quella delle ultime due stagioni. Due anni fa il Genoa si salvò con 38 punti mentre lo scorso anno ancora il Genoa si assicurò un altro anno di permanenza nella massima serie con 39 punti.

Fissando in questo campionato l'asticella a 36-37 punti, al Parma ne servirebbero almeno 20 nelle prossime 12 partite vale a dire una media di quasi due punti a gara. Impresa di certo quasi impossibile sulla carta ma che ancora la matematica non esclude.

Di certo saranno decisivi gli scontri diretti (Genoa, Benevento, Crotone, Cagliari e Torino) ma sarà anche fondamentale l'esito delle due partite che i granata dovranno
recuperare con il Sassuolo in casa e con la Lazio in trasferta. Già nel prossimo turno la situazione potrebbe essere un po' meglio definita visto che sono in programma sfide salvezza importanti come Benevento-Fiorentina e Genoa-Udinese.

CARLO BRUGNOLI 30 novembre 2020: il Parma vince in trasferta contro il Genoa. Da allora i tre punti non sono più arrivati. Basta questo dato, che ha quasi dell'incredibile, per certificare la stagione maledetta dei crociati che, se non batteranno...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal