Sei in Gweb+

Pilastrello

Quegli insulti razzisti urlati alla cassa di un supermercato

13 marzo 2021, 05:07

Quegli insulti razzisti urlati alla cassa di un supermercato

Un episodio davvero spiacevole quello accaduto mercoledì mattina in un supermercato di Pilastrello, l'Ecu, gestito dalla cooperativa Realco, che è stato riportato da una cliente. Intorno alle 11,30 infatti una cassiera, secondo il racconto della donna, avrebbe insultato un uomo «solo perché voleva consegnare il resto, appena ricevuto alla cassa, a un ragazzo di colore che all'esterno dell'esercizio commerciale chiedeva una moneta in cambio della sistemazione dei carrelli».

La donna ha dichiarato che dalla bocca della cassiera sarebbero uscite frasi pesantissime e razziste.

«Una raffica di insulti - spiega la cliente che, molto arrabbiata, ha aggiunto, dopo aver raccontato la vicenda sui social, di essere stata anche minacciata -, un comportamento inaccettabile per chi lavora con il pubblico. Personalmente - ha tuonato - non mi recherò mai più in uno dei loro punti vendita se non verranno presi dei provvedimenti».

Sulla vicenda è intervenuta subito la cooperativa Realco che, per bocca del direttore commerciale Umberto Bertaccini, ha dichiarato che, «come la cliente, siamo costernati e oltremodo dispiaciuti che si sia assistito a una scena simile. La cooperativa Realco è un'azienda che è sul territorio da oltre sessant'anni, legata ai valori e orientata al cliente. Ci siamo perciò già attivati per verificare il comportamento di questa dipendente, che al momento è stata messa in ferie. Ora stiamo cercando di capire ascoltando tutte le versioni. Ma è chiaro che, nel caso i fatti siano andati come ha riportato la cliente, prenderemo provvedimenti». r.c.