Sei in Gweb+

La storia

Blitz dal barbiere, sei multati. «In caserma coi capelli ancora bagnati»

14 marzo 2021, 05:07

Blitz dal barbiere, sei multati. «In caserma coi capelli ancora bagnati»

«Siamo stati multati mentre eravamo dal barbiere e siamo stati costretti a seguire i carabinieri in caserma con i capelli ancora bagnati».

A scrivere alla Gazzetta per raccontare l'episodio è stato uno di quelli che, ieri mattina, in via Garibaldi sono stati sanzionati dai militari. «Mentre mi trovavo da un barbiere in via Garibaldi - racconta - che, affisso all'entrata, non presentava il cartello con indicato il numero massimo di clienti ammessi, sono arrivati i carabinieri».

All'interno del negozio in quel momento, «eravamo in sei, tre barbieri e tre clienti, mentre poi ho saputo che avremmo potuto essere solo in cinque. I carabinieri ci hanno chiesto di presentare i documenti e di seguirli in caserma, barbieri e clienti, chi con i capelli tagliati a metà e chi, come me, con i capelli bagnati. Non hanno dato modo ai barbieri di completare il lavoro e impedito di asciugare i capelli ai clienti». L'uomo racconta anche di aver avvertito il suo avvocato e che tutti hanno ricevuto un verbale da 280 euro a testa.

«Ma il cliente - si chiede - può contare i metri quadri del locale e accorgersi dell'irregolarità? Inoltre, all'interno tutte le norme erano rispettate - prosegue -, distanza di sicurezza e mascherina, ma la multa è stata fatta per assembramento. Ma noi clienti - ripete - non potevamo conoscere il numero di persone ammesse all'interno». r.c.