Sei in Gweb+

Lutto

Angela, la maestra dei bimbi che trasmetteva il buon umore

16 marzo 2021, 05:06

Angela, la maestra dei bimbi che trasmetteva il buon umore

Nei giorni scorsi è venuta a mancare Angela Zagni, stimata ed amata ex insegnante di scuola materna.

Nativa di Carrara, nel 1973, dopo il matrimonio con Giandomenico Morelli, tecnico nel settore informatico, scomparso nel dicembre dello scorso anno all’età di 75 anni, si stabilì nella nostra città dove, come insegnante di scuola materna.

Svolgendo la sua attività con passione, si fece apprezzare dai genitori dei bimbi, dai colleghi e dai tanti amici che le volevano bene e la stimavano per sue preziose doti umane e professionali.

Amava la lettura, Angela, e si dedicava pure al giardinaggio che rispecchiava la sua dolcezza d’animo.

Era legatissima alla famiglia, alle due figlie Francesca ed Elena, all’adorata nipotina Daniela e ai due generi Ferdinando e Rocco.

Cosi le colleghe ricordano commosse la maestra Zagni. «Angela era una bella figura di donna. Esile, sempre elegante, sobria nel vestire e nel modo di porsi. Solare, sapeva vedere le cose positive della vita».

«Angela - proseguono - era dotata di fermezza, di spiritoso umorismo, sapeva immergersi nella quotidianità della scuola con positività e buon umore. Amava il suo lavoro, i bambini e sapeva trasmettere loro valori educativi fondamentali, stimolando la curiosità di scoprire e il desiderio di apprendere con naturalezza ed entusiasmo. Quel garbo e quella sua pacatezza portavano Angela ad essere capace di intessere rapporti positivi con le colleghe, gli operatori, le famiglie dando un grande contributo alla realizzazione di progetti e alla crescita della scuola».

Angela Zagni ha svolto la sua attività di maestra alla scuola dell’infanzia “Agazzi” di Baganzola fino al 2006. Il suo pensionamento non ha interrotto i legami con le colleghe, anzi ha rafforzato il rapporto affettivo. Era proprio lei, con grande slancio e disponibilità ad organizzare momenti di incontro.

«La bellezza di quelle rimpatriate per gli scambi di auguri - ricordano ancora le ex colleghe - erano la piacevole occasione per ricordare bambini, persone, episodi, momenti vissuti con tanta intensità. Angela, all’apparenza fragile, da grande maestra, ha donato a tutti noi un’altissima lezione di vita. Con ammirevole tenacia e incrollabile entusiasmo ha combattuto la sua dura battaglia contro il male fino all’ultimo respiro. Ora finalmente può riposare nella pace eterna tra le braccia del suo amato. Grazie Angela di esserci stata così amica. Ti porteremo sempre nel cuore».

Lo. Sar.