Sei in Gweb+

TRIBUNALE

Preleva 1.000 euro dal conto di un disabile: 80enne condannato

18 marzo 2021, 05:02

Preleva 1.000 euro dal conto di un disabile: 80enne condannato

GEORGIA AZZALI

Nemmeno alla soglia degli 80 ha messo la testa a posto. Perché dopo che negli ultimi cinque anni aveva già avuto qualche problemino con la giustizia, ci è ricascato. E questa volta a farne (letteralmente) le spese è stato un uomo con mille fragilità, affidato alle cure della sua ex moglie. Gli è bastato mettere le mani sul bancomat, che la donna custodiva per provvedere ai bisogni di quella persona, oltre che del padre 94enne, per poi andare a prelevare 1.000 euro. Accusato di utilizzo indebito di carta di pagamento, ieri l'anziano, residente in un paese della Bassa, è stato condannato a 6 mesi e al pagamento di 300 euro di multa. Il rito abbreviato gli ha consentito di poter beneficiare dello sconto di un terzo. Il gup Adriano Zullo gli ha riconosciuto le attenuanti generiche prevalenti sulla recidiva e gli ha anche concesso la sospensione della pena, a patto che, dopo 60 giorni da quando la sentenza sarà definitiva, il pensionato faccia il volontario per due mesi nella sede dell'Asp di Fidenza.

Un impegno di poche ore alla settimana, ma pur sempre un modo per mettersi un po' al servizio del prossimo rimanendo - se possibile - lontano dai guai. D'altra parte l'ex moglie, pur sapendo che non era certo uno stinco di santo, non avrebbe mai immaginato, nella primavera di due anni fa, che dietro la scomparsa del bancomat ci fosse la sua mano. Ma si è arresa all'evidenza dei fotogrammi delle telecamere di sorveglianza della banca che le hanno mostrato i carabinieri: due immagini, una di prima mattina e l'altra poco dopo le 20,30, con in primo piano il volto dell'ex marito mentre prelevava allo sportello. Non poteva avere esitazioni, e non ne ha avute, a fare il nome dell'uomo con cui era stata sposata.

Alla persona di cui lei si occupa ogni giorno è toccato aggiungere i dettagli pietosi di questa storia avvilente: lui, incapace di provvedere a se stesso, accanto a un padre ultranovantenne. Padre e figlio che hanno come unico punto di riferimento quella donna. Che gestisce la loro quotidianità e si occupa delle loro spese. Aveva lei il bancomat. E non aveva certo messo in conto che potesse finire nelle mani di quell'ex senza troppi scrupoli.

 

GEORGIA AZZALI Nemmeno alla soglia degli 80 ha messo la testa a posto. Perché dopo che negli ultimi cinque anni aveva già avuto qualche problemino con la giustizia, ci è ricascato. E questa volta a farne (letteralmente) le spese è stato un uomo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal