Sei in Gweb+

Colorno

«La casa della salute diventi un punto vaccini»: la richiesta del Pd

23 marzo 2021, 05:02

«La casa della salute diventi un punto vaccini»: la richiesta del Pd

MICHELE DEROMA

COLORNO - «Come già chiarito in occasione della conferenza dei sindaci, non sono al momento possibili deroghe in merito ai centri individuati per la somministrazione dei vaccini contro il coronavirus».

È la risposta dell’assessore ai servizi sociali del comune di Colorno, Maria Grazia Delmiglio, all’interrogazione presentata in consiglio comunale dal gruppo di minoranza Colorno domani il centrosinistra Pd Psi, circa la possibile attivazione di un punto vaccinale anche a Colorno.

«Una maggiore diffusione di sedi vaccinali in provincia, anche in considerazione dell’età avanzata dei soggetti inizialmente coinvolti, permetterebbe a persone autosufficienti ma con difficoltà motorie, di ricevere agevolmente il proprio vaccino», secondo Lorenzo Pasini, esponente del gruppo Colorno domani.

«La casa della salute di Colorno ha ampi spazi inutilizzati e potrebbe essere sede di un punto di vaccinazione, permettendo a tutto il comprensorio della Bassa est di avere una postazione raggiungibile comodamente: auspichiamo che, compatibilmente con i mezzi e le risorse di Ausl, si possa giungere alla massima capillarità possibile dei punti di somministrazione dei vaccini».

«Il piano vaccinale è competenza esclusiva di Ausl e della regione», ha risposto la Delmiglio, evidenziando che «i quattro centri ad oggi individuati per la somministrazione dei vaccini (Moletolo, Fidenza, Borgotaro e Langhirano, oltre all’ospedale Maggiore) corrispondono ai rispettivi distretti socio-sanitari della provincia. Mi sono comunque confrontata personalmente con Ausl per agevolare i colornesi: ho inoltre riscontrato la disponibilità della Pubblica Assistenza, del taxi sociale e del circolo Maria Luigia, per facilitare i trasferimenti dei cittadini a Parma». «Siamo pronti a fare la nostra parte nel rispetto delle competenze di ogni ente», ha ribadito il sindaco di Colorno, Christian Stocchi: «Ci siamo posti il problema condividendo l’auspicio di Colorno domani, tenendo conto della fattibilità e del rispetto delle prerogative di Regione e Ausl. Siamo comunque pronti ad agire, anche in virtù della volontà del governo di accelerare le somministrazioni dei vaccini».

 

MICHELE DEROMA COLORNO - «Come già chiarito in occasione della conferenza dei sindaci, non sono al momento possibili deroghe in merito ai centri individuati per la somministrazione dei vaccini contro il coronavirus». È la risposta dell’assessore...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal