Sei in Gweb+

TELEVISIONE

La Iena Veronica: «Sogno un programma tutto mio»

25 marzo 2021, 05:04

La Iena Veronica: «Sogno un programma tutto mio»

PIETRO RAZZINI

Da giovedì a venerdì. Il bancone de «Le Iene», trasmissione condotta dalla parmigiana Veronica Ruggeri, trasloca. L’appuntamento per tutti gli amanti del programma, ora, è fissato in apertura di weekend e vedrà la nostra concittadina al timone, come da ormai quasi due anni: «Ci alterneremo di settimana in settimana: una volta tre uomini (Giulio Golia, Filippo Roma e Matteo Viviani) e una volta tre donne. Andremo avanti così fino a fine maggio. La squadra femminile è ormai rodata. Sono contenta di essere stata confermata nel doppio ruolo».

Cosa le mette più soggezione: la diretta o i momenti di tensione durante i servizi che realizza?

«Dopo 8 anni di Iene, penso di riuscire a gestire le “esterne” con buona lucidità. Ovviamente sento ancora l’adrenalina ma, per lo più, sono in grado di reagire alle situazioni, pur complicate, in cui mi trovo. La conduzione, invece, è qualcosa di relativamente nuovo».

Che effetto le fa?

«È un mondo che sto scoprendo volta dopo volta. Mi piacerebbe seguire questa strada: imparo qualcosa ogni settimana. Sarebbe splendido condurre un programma tutto mio più avanti».

Intanto condivide il bancone con altre due Iene, Nina e Roberta. In cosa vi differenziate?

«Io sono sicuramente la più pazza: faccio scherzi in camerino e, nelle pause tra un lancio e l’altro, non sanno mai cosa aspettarsi».

Nina Palmieri?

«Lei è la sorella maggiore. Ha più anni di lavoro alle spalle. È sicuramente anche la più dolce: credo che sia facilmente percepito anche dal pubblico a casa».

E Roberta Rei?

«Roberta è la più seria tra le tre. É posata, attenta, sempre sul pezzo. Nel complesso, siamo diversissime le une dalle altre. Abbiamo solo i ricci che ci accomunano ma ci completiamo splendidamente».

Anche con Nicolò De Devitiis, il suo ragazzo, si completa perfettamente?

«Stiamo insieme da due anni. Dopo 5 mesi l’ho portato a conoscere le mia famiglia a Borgotaro. Si è innamorato del nostro territorio e della mia valle. Lui arriva da Roma, realtà completamente diversa».

Nicolò è tornato a Borgotaro anche per lavoro?

«Esattamente. Un servizio splendido sull’allenatore del Bologna, Sinisa Mihajlovic, e un bimbo di nome Mirko, che era stato colpito dalla sua stessa malattia: la leucemia».

Anche lei non si tira indietro davanti a servizi «d’impatto».

«L’ultimo, andato in onda martedì, ha smascherato uno pseudo massaggiatore olistico. La ragazza che aveva subito le azioni di quest’uomo, ha avuto il coraggio di ritornare da lui con una telecamera nascosta e di fargli raccontare tutto ciò che è servito per incastrarlo. Chissà che non dia la forza di denunciare anche ad altre donne».

Con lei, alle Iene, c’è un altro parmigiano: Giorgio Squarcia.

«Lui è un vero genio. Autore per anni di “Scherzi a Parte”, ora è la mente di tutti i servizi di questo tipo legati alla nostra trasmissione. Riesce a far ridere anche me che, notoriamente, non mi diverto in situazioni del genere».

Cosa l’ha impressionata di lui?

«Mi è capitato in un’occasione di essere sul set di un suo scherzo. È stata incredibile la sua capacità di prendere in mano la situazione, qualsiasi fosse la direzione presa dagli eventi. Semplicemente pazzesco».

PIETRO RAZZINI Da giovedì a venerdì. Il bancone de «Le Iene», trasmissione condotta dalla parmigiana Veronica Ruggeri, trasloca. L’appuntamento per tutti gli amanti del programma, ora, è fissato in apertura di weekend e vedrà la nostra...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal