Sei in Gweb+

BEDONIA

Addio a Luciano Ferrari, una vita tra lavoro e politica

01 aprile 2021, 05:01

Addio a Luciano Ferrari, una vita tra lavoro e politica

GIORGIO CAMISA

BEDONIA - Un manto di tristezza è calato improvvisamente su tutta la Valtaro nel tardo pomeriggio di martedì quando è arrivata la notizia della scomparsa di Luciano Ferrari, un uomo molto conosciuto e stimato sia ad Albareto dove era nato e viveva, che a Bedonia dove da oltre vent’anni gestiva il distributore di carburante di via Roma.

Luciano aveva solo 66 anni e da tre era stato aggredito da una malattia, un lungo calvario che aveva percorso con forza e dignità pur di restare ancora qualche anno accanto alla sua famiglia ed alla sua amata nipotina Alice. Luciano Ferrari era nato a Campi di Albareto, una piccola frazione nei primi tornanti della strada provinciale Bertorella-Passo Centocroci. Pochi anni in paese, nel 1965 quando non aveva ancora compiuto 16 anni, varcò la Manica e arrivo con un fardello pieno di sogni nella capitale del Regno Unito. Tanti mestieri per guadagnarsi da vivere: subito un lavoro in una segheria, poi si aprirono le porte di un grande albergo dove grazie al suo carattere aperto e alla sua disponibilità divenne un ottimo maitre di sala ed infine croupier di un noto casinò londinese.

Negli anni 80 il matrimonio con la sua compagna di sempre Alma e poi il ritorno in patria per dedicarsi ad altre attività. Luciano si dedicò alla vita sociale e soprattutto alla politica amministrativa: nel 1999 venne eletto consigliere comunale con la squadra del sindaco Carlo Berni e poi nominato assessore. Anni di impegno ovunque: fece parte del comitato della Fiera Nazionale del Fungo Porcino, membro della Proloco e attivo collaboratore di tante iniziative culturali e turistiche.

Nel 1995 intanto insieme alla sua famiglia rilevò il distributore con annesso lavaggio e bar ristoro di via Roma a Bedonia. In quella sede rimase fino alla primavera del 2019, fino a quando la malattia lo aveva costretto a malincuore a desistere. A Bedonia Luciano era diventato un punto di riferimento, sempre pronto ad aiutare i suoi clienti. Nei momenti di riposo si concedeva qualche ora per dedicarsi alla pesca e nel periodo di caccia qualche uscita con la squadra dei cacciatori di Cavignaga.

Oggi alle 15 Luciano tornerà nella sua Campi, dopo il rito funebre presieduto da don Renzo Corbelletta riposerà per sempre nel piccolo camposanto accanto ai suoi famigliari.

 

GIORGIO CAMISA BEDONIA - Un manto di tristezza è calato improvvisamente su tutta la Valtaro nel tardo pomeriggio di martedì quando è arrivata la notizia della scomparsa di Luciano Ferrari, un uomo molto conosciuto e stimato sia ad Albareto dove...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal