Sei in Gweb+

Via Garibaldi

La tabaccaia: «Il mio incubo sotto la minaccia di un coltello»

03 aprile 2021, 05:06

La tabaccaia: «Il mio incubo sotto la minaccia di un coltello»

A tu per tu con un uomo armato di coltello. Che, per una sorta di vendetta, l'ha prima minacciata e poi si è fatto consegnare un gratta e vinci. L'ha pagato e se n'è andato. Subito dopo è stato però intercettato dai carabinieri. Un vero e proprio incubo quello vissuto dalla titolare di una tabaccheria di via Garibaldi.

Una disavventura con dei risvolti che potrebbero perfino strappare qualche ironia, dal momento che l'uomo che ha brandito il coltello, il gratta e vinci non l'ha rubato, ma lo ha pagato. Un conto, però, è ascoltare il racconto di quei minuti, un altro è averlo vissuto con la minaccia di un coltello a poca distanza.

L'episodio è accaduto mercoledì intorno alle 13, in pieno centro e in una tabaccheria molto frequentata.

A un certo punto, un uomo entra nel negozio. Il suo è un volto conosciuto dal momento che non è la prima volta che compra lì dei gratta e vinci. «L'ultima volta - racconta la titolare -, una decina di giorni fa, l'avevo rimproverato perché non voleva fare la fila come tutti gli altri e non aveva la mascherina». Lui, 67enne già noto alle forze dell'ordine, se l'era legata evidentemente al dito progettando, come ipotizza la titolare, una vendetta. Infatti, appena entrato nella tabaccheria, estrae un coltello.

«Era molto agitato e mi ha urlato: “Non rompermi i c... , altrimenti ti ammazzo” - prosegue la titolare -. E ha aggiunto: “Adesso mi dai un grattino da due euro”. Ha poi messo i soldi sul bancone e se n'è andato». Prima di uscire, però, ha continuato a gridare le sue minacce, sempre brandendo il coltello, oltre che contro la titolare, anche nei confronti della commessa e di alcune persone che erano nel negozio. Continua la donna: «È stato qui qualche minuto, ma a me, sotto la minaccia di quel coltello dalla lunga lama, quegli attimi sono sembrati interminabili».

L'uomo ha fatto, però, poca strada. La titolare della tabaccheria ha, infatti, telefonato immediatamente al 113 descrivendolo ai militari.

Così il 67enne è stato subito rintracciato e bloccato all'inizio di via Garibaldi da una pattuglia del Radiomobile della Compagnia dei carabinieri di Parma che si trovava nelle vicinanze.

Accompagnato in caserma è stato denunciato per violenza privata e minacce.

Per la titolare della tabaccheria e per chi era presente, sarà comunque difficile dimenticare questa disavventura. «Quella notte non sono riuscita a dormire - ha concluso -. Mi sto un po' tranquillizzando solo ora. Ma non è così facile».

M.Cep.

 

A tu per tu con un uomo armato di coltello. Che, per una sorta di vendetta, l'ha prima minacciata e poi si è fatto consegnare un gratta e vinci. L'ha pagato e se n'è andato. Subito dopo è stato però intercettato dai carabinieri. Un vero e...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal