Sei in Gweb+

Lutto

Borgotaro e tutta la vallata piangono la farmacista Gabriella Cardinali

di Franco Brugnoli -

06 aprile 2021, 05:07

Borgotaro e tutta la vallata piangono la farmacista Gabriella Cardinali

BORGOTARO Un grave lutto ha colpito il capoluogo valtarese e tutta la vallata: è mancata improvvisamente la farmacista Gabriella Cardinali. Aveva 67 anni appena compiuti.

Una malattia l’aveva colpita qualche anno fa ma si era ripresa e nessuno si sarebbe aspettato una fine così repentina. Tutti la ricordano per il sorriso smagliante e rassicurante. La sua caratteristica: aiutare chiunque le avesse segnalato un disagio o un problema. Era, insomma, di una disponibilità pronta e affabile.

Tre anni fa aveva subìto un delicato intervento neurochirurgico che però aveva superato bene, proseguendo quindi l’attività e la sua vita pressoché normalmente.

La sua principale passione era legata ai viaggi. Aveva girato un po’ ovunque. Più che turista, si considerava una «viaggiatrice»: dei vari posti visitati amava approfondire usi, tradizioni, vivere i luoghi e conoscerli in pienezza e non in modo superficiale. Aveva poi una smisurata considerazione dell’amicizia, del buon cibo e dei valori della vita. La sua farmacia era posta nel quartiere di San Rocco. In precedenza, aveva gestito quella di Ostia Parmense (ora chiusa).

Gabriella Cardinali lascia la sorella Graziella con Piero, gli adorati nipoti Zelda e Jacopo e la zia Maria. I funerali avranno luogo questa mattina, alle 10, nella chiesa di Sant’Antonino Martire con partenza dalla camera mortuaria dell’ospedale Santa Maria di Borgotaro. Al termine della cerimonia, la salma verrà sepolta nel cimitero di Drusco, frazione del Comune di Bedonia, ove già riposano i suoi genitori. Nelle varie fasi delle esequie, verranno puntualmente rispettate tutte le attuali disposizioni sanitarie.

I suoi dipendenti e colleghi farmacisti che collaboravano con lei l’hanno ricordata esprimendo l’ammirazione «per essere stata una persona sempre disponibile e dedita alla solidarietà verso gli altri. Siamo consapevoli del grande vuoto che lascerà nelle vite dei suoi cari e di chi ha avuto l’opportunità di conoscerla e apprezzarla. Una grande professionista che amava tanto il suo lavoro e una grande persona».

Significativo anche il commento di monsignor Angelo Busi, parroco di Borgotaro e vicario episcopale: «Gabriella era una mia coetanea. Ci trovavamo sempre alle cene della classe 1954. Era un grande esempio di cordialità gioiosa. Lei odiava i cosiddetti “musi lunghi”. Era solare e piena di vita». I familiari hanno chiesto di devolvere il costo di eventuali fiori in offerte per l’associazione «Insieme per Vivere» e per l’ Assistenza Pubblica Volontaria Borgotaro-Albareto.