Sei in Gweb+

SCUOLA

Domani si ritorna in classe, ma solo fino alla prima media

06 aprile 2021, 05:01

Domani si ritorna in classe, ma solo fino alla prima media

GIUSEPPE MILANO

Domani sarà un ritorno vero a scuola per tanti bimbi e alunni di Parma e provincia. Il Governo ha deciso di riportare in classe chi frequenta nidi, materne, scuole elementari e prime classi delle medie, un piccolo esercito che nel nostro territorio era a casa dallo scorso 15 marzo. La zona rossa obbliga ancora alla Dad, la didattica a distanza, solo seconde, terze medie e superiori, il resto degli alunni torna invece in aula. «Siamo contenti perché sappiamo quanto sia importante garantire questo servizio ai ragazzi e alle loro famiglie», sottolinea Pier Paolo Eramo, dirigente dell'Istituto Comprensivo Parma Centro. «Timori che non si riaprisse? No perché quest'anno siamo stati quasi sempre aperti, nonostante tante difficoltà come le quarantene o il tracciamento dei casi. Siamo pronti».

Solo nel comune di Parma rientreranno in classe, tanto per fare qualche numero, 1500 bambini ai nidi e 3220 piccoli alle scuole di infanzia fra gestione diretta comunale, indiretta, convenzionata e statale. «Sempre applicando il sistema delle 'bolle' che ha garantito il controllo del contagio» sottolinea Ines Seletti, assessora all'educazione del Comune di Parma, che comunque ci tiene a ricordare ai genitori «di essere i primi garanti della sicurezza misurando sempre la temperatura ai propri figli ed evitando il più possibile situazioni non protette nei parchi o nei cortili».

«Le scuole sono sicure e ci siamo sempre battuti perché non chiudessero» dice ancora la Seletti. Un ritorno in classe quindi atteso anche se all'appello mancano due terzi dei ragazzi delle medie. «Questo complica e non poco l'organizzazione, oltre al fatto che non vedo che differenza ci sia fra chi frequenta la prima e gli altri» aggiunge Pier Paolo Eramo. «Questa differenziazione ci ha poi costretto a rifare per la terza volta l'orario generale. Alla Fra' Salimbene, ad esempio, rientreranno circa 200 ragazzi fra prime e studenti con bisogni educativi speciali invece dei circa 500 totali; un peccato ma alla fine accettiamo le scelte del comitato tecnico scientifico».

A Parma ripartono poi anche tutti i servizi accessori come mensa ed Happy Bus. Il trasporto scolastici, sottolinea il Comune di Parma, rispetterà gli orari di sempre con uguali fermate, anche se non ci sono gli studenti più grandi delle medie.

Infine il ritorno in aula coincide con il buon andamento della campagna vaccinale del personale scolastico. L'ultimo dato parla di quasi 8.000 vaccinati (prima dose), circa il 60% della categoria. «C'è grande partecipazione. Non passa giorno che non firmi due o tre permessi per vaccino» conclude Eramo, «e questo dà più sicurezza, concreta e psicologica. So che c'è chi dice che dovevamo riaprire quando tutto il personale era vaccinato ma io non la penso così. Siamo un servizio essenziale, non potevamo aspettare».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

GIUSEPPE MILANO Domani sarà un ritorno vero a scuola per tanti bimbi e alunni di Parma e provincia. Il Governo ha deciso di riportare in classe chi frequenta nidi, materne, scuole elementari e prime classi delle medie, un piccolo esercito che nel...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal