Sei in Gweb+

Parma

Salvezza, missione possibile

08 aprile 2021, 05:02

Salvezza, missione possibile

CARLO BRUGNOLI

La montagna da scalare è alta ma l'impresa non è impossibile. Perché se da un lato i 20 punti raccolti fino ad ora sembrano pochi per arrivare alla salvezza, dall'altro c'è la speranza che il Parma possa inanellare una serie di risultati utili che gli consentirebbe di guadagnarsi un altro anno di permanenza nella massima serie.

LE NOVE FINALI
Spesso, negli ultimi tempi, la squadra ha mostrato innegabili segnali di crescita che purtroppo non si sono concretizzati in vittorie (Genoa e Benevento sono lì a dimostrarlo) che sarebbero state il vero e unico mezzo per risalire la china. Solo con la Roma c'è stato il guizzo che però non ha avuto seguito. E con le «grandi» il Parma ha dimostrato quest'anno di potersela giocare alla pari (con Inter e Milan nel girone di andata ad esempio). Per questo si può sperare in una grande prestazione già sabato contro il Milan che sembra aver smarrito lo smalto di qualche mese fa. Potrebbe essere questo il primo passo (sia in termini di punti che di entusiasmo ritrovato) verso il traguardo.

GLI SCONTRI DIRETTI
Lo abbiamo detto più volte e lo ribadiamo. Gli scontri con le dirette concorrenti saranno determinanti. Dopo il Milan il Parma dovrà andare a Cagliari e già lì si misureranno le reali possibilità di salvezza. I sardi, come i crociati, vengono da un campionato tribolato e avarissimo di soddisfazioni pur essendo partiti con ben altre ambizioni.

Anche la squadra del presidente Giulini ha cambiato guida tecnica, scelta che non è poi coincisa (dopo una fiammata iniziale in occasione dell'arrivo di Semplici in panchina) con quella continuità che è determinante quando ti trovi a dover lottare nei bassifondi della classifica.

Quello di Cagliari sarà un vero e proprio spareggio in attesa dell'altro decisivo scontro con il Torino del 3 maggio. Senza tralasciare la sfida al Tardini con il Crotone, anche questa una partita da vincere a tutti i costi se si vuole continuare a credere nella salvezza.

SASSUOLO E SAMPDORIA
Il calendario riserva al Parma sfide «abbordabili» nelle ultime due giornate contro Sassuolo e Sampdoria. Due squadre che già oggi hanno raggiunto il traguardo della salvezza e che non possono più coltivare (visto il divario che le separa da quelle che stanno davanti) ambizioni europee.

Ovvio che non scenderanno in campo per perdere ma le motivazioni, a maggio, potrebbero essere ben diverse da quelle di un Parma che, si spera, in quel momento starà ancora lottando per non retrocedere.

QUOTA SALVEZZA
Quest'anno potrebbe scendere, e non di poco, rispetto alle ultime stagioni. Per salvarsi potrebbero bastare 36-37 punti e quindi 5 vittorie (appunto gli scontri diretti più le ultime due) e qualche pareggio strappato alle big (Milan, Juve, Atalanta e Lazio). Utopia? Illusione? Forse, ma a questo punto sperare non costa nulla a patto che i primi a esserne convinti siano i giocatori.

CARLO BRUGNOLI La montagna da scalare è alta ma l'impresa non è impossibile. Perché se da un lato i 20 punti raccolti fino ad ora sembrano pochi per arrivare alla salvezza, dall'altro c'è la speranza che il Parma possa inanellare una serie di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal