Sei in Gweb+

LE PAGELLE DEL PARMA

Pezzella tiene, Kucka si spegne

11 aprile 2021, 05:01

Pezzella tiene, Kucka si spegne

6 SEPE

 

Come al solito può fare davvero poco sui gol, per il resto blocca a terra un tiro di Ibra. Il consueto leit motiv: si perde e lui ha poco lavoro.

 

6 CONTI

 

Fresco ex (e tornerà alla base in caso di B) non trema di fronte a Hernandez che a dire il vero avanza poco. Prova anche a proporsi in avanti con qualche cross e soprattutto con un colpo di testa che chiama l'amico Donnarumma a un bell'intervento.

5,5 TRAORÉ st 39'

Primo 2004 a giocare in serie A, debutta come Buffon, all'epoca suo coetaneo, al Tardini contro il Milan. Ovviamente gli auguriamo un'analoga carriera. In pochi minuti gioca tanti palloni, segno che ha coraggio e non si nasconde. Purtroppo sbaglia l'ultimo, che costa un gol, ma non la sconfitta.

6 BANI

 

Una prova convincente, anche se al centro nel primo tempo c'è stata poca resistenza agli uno-due del Milan. Nel finale sfiora anche il 2-2 di testa.

6 GAGLIOLO

 

Dietro soffre un po' ma si riscatta con un gol da vera volpe da area di rigore. Farsi trovare lì in quel momento è stato un bell'esempio a tutta la squadra: purtroppo gesti così quest'anno se ne sono visti pochi.

6 BUSI st 28'

Prima a sinistra, poi a destra, si conferma comunque rinfrancato rispetto al pulcino bagnato di qualche mese fa.

 

5 KUCKA

 

C'è rimasta negli occhi la sua sforbiciata finita alta, ma è stata una lucciola nella notte fonda di una partita spenta, al pari di quella di Benevento. La nazionale sembra averlo prosciugato e non ci voleva proprio in questo periodo.

6 KURTIC

 

D'Aversa lo conferma in regia come nella ripresa a Benevento. A tratti latita al momento di fare filtro ma complessivamente la sua prestazione è adeguata. Nel finale va a fare il centrale difensivo e alla fine è il giocatore in campo ad avere corso di più (12,3 km).

5 HERNANI

 

Partita sottotono che richiama un po' quelle dello scorso anno. Poco dinamismo, mai un inserimento, pochi palloni recuperati.

6 GRASSI st 15'

Entra in un contesto agevolato dalla superiorità numerica e comunque dà buon equilibrio oltre a tentare il gol da lontano,

6 MAN

 

Il Milan pare temerlo tant'è che, anche a causa del precoce vantaggio, Hernandez non si fa mai attaccare alle spalle e se accade ricorre al fallo. Lui è pimpante, arriva tre volte alla conclusione ma proprio lì sta il suo tallone di achille. Gli manca l'occhio della tigre. Per ora.

6 PELLÈ

 

Si sbatte ma non arriva mai a concludere se non una volta di testa in cui toglie la palla a un meglio piazzato Kucka. Bravo nell'assist per il gol.

5 GERVINHO

 

Sembra talmente invecchiato che verrebbe voglia di proporlo per il vaccino come fascia da proteggere. A parte gli scherzi, è proprio senza smalto, speriamo non senza motivazioni, perché già sabato ci sarebbe bisogno della sua miglior versione.

5,5 CORNELIUS st 1'

Meno incisivo che a Benevento, lotta sempre ma quando ha una palla quasi buona calcia lontano dalla porta.

 

 

 

ALLENATORE

6 D'AVERSA

 

Per il voto calcoliamo la media tra la disinvolta ed efficace gestione della rosa nell'ultima mezz'ora, quando il Parma è stato bravo a sfruttare, almeno sul piano del gioco, la superiorità numerica (non è sempre scontato, chiedere a Guardiola che ieri con l'uomo in più ha perso contro Bielsa) e invece l'approccio alla partita ancora una volta inadeguato per mollezza e approssimazione. Anche di questo deve per forza sentirsi responsabile. Da apprezzare la scelta di mettere Traoré nel finale. Ora non servono più recriminazioni, buone intenzioni, chiamate alle armi: serve solo vincere a Cagliari per garantirsi la canna dell'ossigeno.

 

 

 

IL MIGLIORE

6 PEZZELLA

Niente di trascendentale, ed esce anche prima del tempo probabilmente per un acciacco. Però ha disputato sin lì una partita gagliarda, con molte iniziative per provare a rinfrancare un po' la fase offensiva. Dietro ha chiuso bene la corsia e Saelemaekers ha trovato qualche spazio (ma pochi) solo accentrandosi.

 

 

 

ARBITRO

6,5 MARESCA

E' stato troppo fiscale sulle ammonizioni a Pezzella e Gagliolo, bastava dare fallo, che c'era, senza estrarre cartellini. Per il resto però la sua direzione non ci è dispiaciuta: ha sorvolato sui mezzi falli, non si è fatto spaventare dal glamour di Ibra e l'ha cacciato quando gli è sembrato giusto farlo. Purtroppo però con lui perdiamo sempre e capirà che la sua designazione d'ora in poi provocherà scongiuri...

 

6 SEPE Come al solito può fare davvero poco sui gol, per il resto blocca a terra un tiro di Ibra. Il consueto leit motiv: si perde e lui ha poco lavoro. 6 CONTI Fresco ex (e tornerà alla base in caso di B) non trema di fronte a Hernandez che a dire...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal