Sei in Gweb+

Lutto a Felino

Athos Benecchi, addio al maestro del calcio giovanile

14 aprile 2021, 05:07

Athos Benecchi, addio al maestro del calcio giovanile

MASSIMO MORELLI

 

FELINO Il paese di Felino piange la scomparsa di Athos Benecchi, deceduto nei giorni scorsi all’età di 70 anni causa l’aggravarsi delle sue condizioni fisiche.

Benecchi era molto conosciuto in paese avendo dato il proprio contributo alla crescita del calcio giovanile nel capoluogo. Athos aveva iniziato a lavorare nei salumifici della zona, quindi era stato assunto come impiegato di cantiere dalle Autostrade lavorando nel tratto in costruzione a Sestri Levante. Successivamente si era fatto apprezzare dal Consorzio del Prosciutto di Parma ed ancora in un’azienda alimentare di Lemignano che riforniva i supermercati della città. Athos aveva poi aperto con un socio un’azienda che operava nel settore dei lampadari, sia come vendita che piccola produzione.

L’unica grande passione di Athos Benecchi, naturalmente oltre l’adorata famiglia, è stato il calcio. In età giovanile aveva vestito il rossoblù del Felino, disputando successivamente un paio di stagioni in 2a e 3a categoria con l’allora Corcvigatto, per chiudere infine con compagini amatoriali di Felino.

Dal calcio giocato è passato dietro la scrivania rivestendo incarichi di prestigio, affidatigli in virtù delle sue doti umane, improntate su sani principi da trasmettere ai giovani. Da responsabile della Berretti (con Guido Gerboni direttore sportivo) del Felino allora in serie D a segretario sempre del Felino, sino all’incarico di presidente dello Junior Valbaganza per circa una decina d’anni a partire dal 2005, ruolo che è stato svolto sempre in modo scrupoloso e trasparente.

Proprio lo Junior Valbaganza era il suo orgoglio ed andava assai fiero dei risultati ottenuti, grazie ad una nutrita schiera di bravi tecnici qualificati come il compianto Armando Onesti: rilevante il lavoro svolto con i giovani, visto che la società aveva formazioni militanti nei vari campionati partendo dai più giovani sino alla categoria Allievi, arrivando a tesserare 280 ragazzi che provenivano non solo dal capoluogo ma anche dai centri vicini.

Uno dei punti più qualificanti della sua presidenza è stato la creazione del torneo di calcio giovanile «Città di Felino» che dal 2005 ha contribuito a far proseguire l’attività del sodalizio calcistico. Persona distinta ed affabile, Athos aveva svolto il prestigioso incarico assegnatogli con grande passione, con l’unico obiettivo di far crescere non solo dei bravi giocatori ma soprattutto dei ragazzi educati e rispettosi dei compagni, degli avversari e soprattutto delle regole che andavano sempre rispettate, dentro e fuori dal terreno di gioco. Il Felino per lui era davvero importante e quando suo figlio Maximiliano lo passava a salutare la domenica sera, la prima domanda riguardava il risultato dei rossoblù e non importava la categoria in cui militavano. Athos Benecchi lascia la moglie Franca, il figlio Maximiliano con Francesca e gli adorati nipoti Frida e Sante. I funerali di Athos Benecchi si sono svolti ieri, martedì, nella chiesa parrocchiale del capoluogo quindi l’estremo saluto nel cimitero del paese.

 

MASSIMO MORELLI FELINO Il paese di Felino piange la scomparsa di Athos Benecchi, deceduto nei giorni scorsi all’età di 70 anni causa l’aggravarsi delle sue condizioni fisiche. Benecchi era molto conosciuto in paese avendo dato il proprio contributo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal