Sei in Gweb+

San Secondo

Silvia Crissantu è morta a 30 anni: era la tastierista dei «Sound Color»

di Paolo Panni -

15 aprile 2021, 05:07

Silvia Crissantu è morta a 30 anni: era la tastierista dei «Sound Color»

SAN SECONDO - Grande cordoglio a San Secondo per la scomparsa della giovane Silvia Crissantu. Classe 1990, molto conosciuta e benvoluta nel centro della Bassa, vi era arrivata da giovanissima, proveniente dalla Sardegna, insieme alla mamma e al fratello Giuseppe. Tra San Secondo, Copezzato e Roccabianca ha trascorso tutta la gioventù, ha frequentato le scuole e, grazie al suo carattere dolce, allegro e solare era riuscita ad entrare pienamente nel cuore di tante persone.

Da tempo era la tastierista del gruppo musicale Sound Color, una band nata nel 2015 insieme ad altri cinque musicisti coordinati dal maestro Michele Russano e grazie al supporto dell’associazione «L’Anello mancante Odv». Con la sua allegria e spontaneità partecipava regolarmente alle attività della stessa associazione «L’Anello mancante» da cui era seguita.

Da ricordare, in particolare, i progetti legati alle case di riposo, finalizzati a portare momenti di compagnia e allegria per gli anziani (lei era sempre in prima fila, pronta e ballare e a cantare, seminando ovunque sorrisi e dolcezza) . Progetti meritevoli, purtroppo sospesi a causa del Covid, che avevano permesso di creare una speciale unione fra persone fragili. Iniziative pensate per non fare sentire isolati coloro che sono bisognosi di premure e di affetto, con la speranza che al più presto possano riprendere, anche nel nome di Silvia che, in queste iniziative ha profondamente creduto partecipandovi attivamente.

Sempre con le sue speciali doti di dolcezza e disponibilità, nel tempo, Silvia ha partecipato anche alle attività dei Pionieri della Croce rossa e delle cooperativa sociale «La Bula», sempre col sorriso sulle labbra e una energia non comune.

La sua vita è stata segnata, purtroppo, anche da grandi dolori, la morte nel 2014 della mamma Franca e, nel 2019, della nonna Antonia. Attualmente si trovava in Piemonte, ospite di una zia. Sabato scorso, a causa di un malore improvviso, nella sua amata terra piemontese, Silvia non si è più svegliata.

Se ne è andata così, in punta di piedi, lasciando però un bellissimo ricordo in tutti coloro che l’hanno conosciuta e, a lei, erano legati. In sua memoria i compagni di classe hanno devoluto, in questi giorni, una offerta all’Anello Mancante. Gli stessi amici dell’Anello Mancante la ricorderanno questa sera nel corso di una messa che sarà celebrata alle 20 nella collegiata di San Secondo.