Sei in Gweb+

Colorno

Scarica elettrica, notte di paura all'Alma

23 aprile 2021, 05:06

Scarica elettrica, notte di paura all'Alma

Colorno Poteva avere ripercussioni davvero gravi l’incidente che si è verificato martedì scorso in una delle residenze destinate a studenti e docenti di Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana di Colorno.

Durante i lavori sulla rete elettrica pubblica, per cause ancora da accertare, una potente «scarica» ha percorso la rete dell’edificio mandando fuori uso tutti i dispositivi elettrici che erano collegati in quel momento. Fortunatamente, l’evento non ha causato feriti ma lo spavento – soprattutto per chi stava lavorando al pc o aveva il televisore acceso – è stato notevole.

E alla paura del momento è seguito il disagio, che si è protratto per tutta la notte successiva. Senza luce né riscaldamento, con gli appartamenti resi inagibili, gli oltre 50 studenti residenti nelle housing della scuola si sono dovuti adattare alla non facile situazione e, in alcuni casi, raccogliere in fretta e furia i loro oggetti personali e trasferirsi temporaneamente in strutture ricettive della zona. «Alma, responsabile dell’ospitalità degli allievi, non ha fatto mancare il proprio supporto, provvedendo prontamente a garantire vitto e alloggio agli studenti coinvolti», hanno garantito dagli uffici della Reggia di Colorno.

«La nostra preoccupazione è stata naturalmente anche quella delle famiglie delle “vittime”, da cui abbiamo ricevuto numerose richieste sia di supporto che, soprattutto, di chiarimenti per un fatto che avrebbe potuto mettere a rischio l’incolumità dei residenti della struttura».

E la lunga notte degli studenti della scuola di cucina è stata anche quella dei tecnici Alma, attivati immediatamente per risolvere le problematiche derivanti dal blackout e ripristinare i servizi di base in modo da poter riportare quanto prima gli studenti all’interno delle abitazioni.

Il malfunzionamento ha comunque già causato un ingente danno economico non solo per la scuola, ma anche per tutte le persone coinvolte nella disavventura: la stima dei danni riportati è ancora in corso, ma, secondo fonti vicine alla scuola, si aggirerebbe sulle decine di migliaia di euro.

Chiara De Carli