Sei in Gweb+

Zona gialla

Bar e ristoranti, tutti pronti a ripartire, ma con molte incertezze

25 aprile 2021, 05:06

Bar e ristoranti, tutti pronti a ripartire, ma con molte incertezze

Tutti pronti a ripartire, con la voglia di tornare a lavorare in modo "quasi" normale dopo 4 mesi in cui di fatto si è fatto solo asporto e domicilio. Ma per bar e ristoranti sarà una ripartenza comunque all'insegna delle difficoltà, legata alla "variabile" del tempo e soprattutto alla diffidenza ormai generale verso «politici che non hanno nessuna idea di come si svolga il nostro lavoro», come ci hanno detto quasi tutti quelli interpellati.

Si torna a servire ai tavoli, rigorosamente esterni, ma c'è ancora incertezza sul servizio al banco. Che si sperava potesse essere concesso, ma che al momento non è menzionato in nessuna parte del decreto, né tantomeno i ministeri hanno chiarito i dubbi su questo punto.

Cocchi (per ora) chiuso

E l'unica certezza intanto è che chi, come il notissimo ristorante Cocchi, "icona" della cucina parmigiana, non ha spazi esterni dovrà ancora tristemente restare a guardare. «Guardi - dice Daniele Cocchi, titolare con il padre del locale - non so più cosa pensare. Mettere tavoli esterni nel nostro parcheggio, all'angolo fra due strade trafficate, mi sembrerebbe poco rispettoso dei clienti, che però mi stanno telefonando in tanti da fuori Parma. Purtroppo, con questa norma, per ora non lo potremo fare. Stiamo valutando come muoverci, ma sinceramente dal governo Draghi non vedo nessun segnale di cambiamento verso la categoria. E questo mi delude molto, perché ci si impedisce di lavorare senza una vera ragione».

Ristoranti, tutti pronti

Tutti quelli che hanno un minimo spazio disponibile però ripartiranno. Qualcuno fra qualche giorno, come lo "stellato" Parizzi: «Riapriamo venerdì perché siamo chiusi da mesi. Avremo tavoli nello spazio su via Repubblica e in un androne interno, cui aggiungeremo il servizio per gli ospiti che contiamo vengano nelle nostre suite. Poco, ma ci proviamo». Da martedì riapre anche "Il Tramezzo" di via Del Bono, con tavoli all'aperto «che utilizzeremo solo quando non piove, ma intanto ripartiamo». 30 i posti all'esterno della trattoria "Il Tribunale" («abbiamo già prenotazioni»), come quelli dei "Corrieri" che chiederà però al Comune di poter mettere tavoli nel primo tratto di via del Conservatorio «per tutta la giornata, visto che nel cortile interno ci fermiamo a 25/30. In più apriremo anche "Il Gallo d'oro" sfruttando lo spazio già esistente. E lavoreremo sia a pranzo che a cena». "Parma Rotta", invece ripartirà da sabato 1° maggio con la carne alla griglia perché si stanno ancora ultimando lavori di rifacimento della cucina. Tutti sperano nella clemenza del tempo e si augurano di poter tornare presto alla normalità.

Bar, tavoli in strada

Anche bar, birrerie e paninoteche si stanno preparando a tornare a servire i clienti ai tavoli. Tutti stanno preparando tavoli all'aperto e terranno aperto anche la sera. Dall'Underground di via Farnese, che sfrutterà due stalli di righe blu, all'Enoteca Fontana, che rimetterà i tavoli su via Farini. In periferia, torneranno da domani gli aperitivi al tavolo, con prenotazione, per la "Corriera" di via Platone e per l'Evolution di via Emilio Lepido. Posti esterni anche da Frank Focaccia in piazzale San Lorenzo («ma continueremo asporto e domicilio») e anche "Da Romano" alla Rocca di San Lazzaro o allo storico Chelsea Pub che ripartirà mercoledì, tempo permettendo, con apertura anche all'ora di pranzo. I locali pubblici parmigiani, insomma, ripartono dopo mesi: ma stavolta, oltre alla voglia di tornare a lavorare, c'è anche una forte stanchezza mentale. E un ulteriore stop sarebbe molto difficilmente accetato dopo 14 mesi di aperture " a singhiozzo" e senza certezze.

Gian Luca Zurlini

 

Tutti pronti a ripartire, con la voglia di tornare a lavorare in modo "quasi" normale dopo 4 mesi in cui di fatto si è fatto solo asporto e domicilio. Ma per bar e ristoranti sarà una ripartenza comunque all'insegna delle difficoltà, legata alla...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal