Sei in Gweb+

LA RIPARTENZA

Oggi in scena il rebus del caffè al bancone

26 aprile 2021, 05:06

Oggi in scena il rebus del caffè al bancone

Giovanna Pavesi

«Abbiamo passato la giornata cercando di interpretare il regolamento in vigore da lunedì, ma non è chiaro. Per esempio, in quanto zona gialla potremmo servire il caffè con le tazzine di ceramica, ma ci è vietato far rimanere i clienti al bancone. Il che ci riporta alla stessa situazione attuale, dove possiamo fare solo asporto e con bicchieri di carta. Se nessuno chiarirà questi dubbi, domani riaprirò il mio locale e mi comporterò esattamente come se non fosse cambiato niente. I clienti sono spaesati quanto noi». A poche ore dalla riapertura, Daniela Bacchini, che gestisce, in Ghiaia, la Tabaccheria caffetteria Lottici, non sa ancora come potrà servire gli avventori del suo locale, perché lei (come molti altri) uno spazio all’esterno non ce l’ha. E se le disposizioni vietano ancora la consumazione all’interno, chi ha solo il suo bancone, dovrebbe proseguire con il solo servizio da asporto.

Edith Cwikowska, del Bar Tabacchi 31, in via Garibaldi, per riuscire a decifrare le indicazioni si è consultata con altri colleghi: «Nessuno ha capito che cosa si potrà fare, anche perché le indicazioni delle colorazioni variano ogni volta. Chi avrà la possibilità di scegliere e andare al bar a prendersi un caffè buono e non per strada, lo farà. Per fortuna, io ho la tabaccheria, ma chi ha solo la caffetteria?».

La stessa domanda se la pongono anche i frequentatori dei bar che, però, sembrano avere le idee più chiare degli esercenti. «So che chi non ha il dehor dovrà continuare con l’asporto e non è corretto. Sarebbe giusto che consentissero anche a loro di far prendere il caffè all’interno, adeguando le restrizioni», osserva Giuliana. «Non è corretto nei loro confronti - aggiunge Raffaello -. Inoltre, ammesso che possano avere delle licenze per mettere i tavoli fuori, è comunque un ripiego».

Tazio Marcheselli, del Caffè Tubino, oggi esporrà i tavolini, ma qualche dubbio gli è rimasto: «Mi sembrava d’aver capito che si potessero servire i clienti all’interno fino alle 14, ma forse non è così. C’è stata troppa confusione». «È stato gestito tutto male - conclude Natalia Cojusnean, del Bar Paganini -. E per noi non cambierà nulla».

 

Giovanna Pavesi «Abbiamo passato la giornata cercando di interpretare il regolamento in vigore da lunedì, ma non è chiaro. Per esempio, in quanto zona gialla potremmo servire il caffè con le tazzine di ceramica, ma ci è vietato far rimanere i...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal