Sei in Gweb+

COLLECCHIO

Achille Bagatti, l'alpino che si dedicava agli altri

28 aprile 2021, 05:03

Achille Bagatti, l'alpino che si dedicava agli altri

Collecchio Il collecchiese Achille Bagatti è «andato avanti», spegnendosi all’età di ottant’anni. Alpino doc, assai conosciuto e stimato da tutti, ha condotto una vita ricca di interessi e assai attiva.

Originario di Solignano, ha fatto l’agricoltore fino all’età di vent’anni, momento in cui è partito come alpino con destinazione il Car di Cuneo dove ha svolto l’addestramento per essere poi assegnato alla Brigata «Julia» e compiere il periodo militare a Pontebba nel battagliane «Gemona». Ritornato a casa, alla fine del periodo di naja, si è iscritto nel 1963 al Gruppo Alpini di Medesano, paese dove nel frattempo si era trasferita la famiglia. Ha poi iniziato a svolgere il mestiere di tecnico installatore di linee telefoniche, lavoro che ha continuato sino al pensionamento. Agli inizi degli anni Settanta si è trasferito a Collecchio e si è iscritto al neonato Gruppo Alpini locale, allora guidato da Pierino Pazzoni, distinguendosi per l’impegno profuso a supportare le varie iniziative organizzate dal sodalizio, fra cui la gestione della nuova sede sociale.

E’ stato eletto consigliere della Sezione Alpini di Parma all’interno della quale si è occupato delle attività sportive dei soci, in particolare quelle legate allo sci. Nel 1992 è stato eletto capogruppo degli alpini di Collecchio, incarico che ha ricoperto sino al 2007, quando, per motivi di salute, è stato costretto a rinunciare a guidare gli alpini locali, a cui però è stato sempre legato. Durante questi 15 anni si è adoperato nel portare avanti nuove adesioni, specialmente di giovani, organizzare iniziative (fra cui gli incontri in sede con gli anziani, la messa al campo davanti alla sede degli alpini per gli «andati avanti», l’integrazione e la collaborazione con le realtà del paese e l’Amministrazione comunale, la partecipazione al carnevale collecchiese e alle ricorrenze civili, i contatti con gli altri Gruppi Alpini, la collaborazione nell’organizzazione dell’adunata nazionale e di quella provinciale del 2005 e tante altre), supportare il Colliculum Coro diretto da Roberto Fasano, il nucleo di protezione Civile e vari eventi.

Il suo successore alla guida degli alpini, Maurizio Motti, l’ha poi nominato capogruppo onorario. Achille Bagatti è anche conosciuto per il suo hobby: realizzare piccole sculture in legno, oggetti in vimini e impagliati. Con le sue creazioni ha partecipato a mostre assieme al suo grande amico alpino Artemio Previ. Non va poi dimenticata la sua lunga attività quale volontario dell’Assistenza volontaria di Collecchio Sala Baganza e Felino.

Gian Franco Carletti

 

Collecchio Il collecchiese Achille Bagatti è «andato avanti», spegnendosi all’età di ottant’anni. Alpino doc, assai conosciuto e stimato da tutti, ha condotto una vita ricca di interessi e assai attiva. Originario di Solignano, ha fatto...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal