Sei in Gweb+

Corniglio

Un libro per ricordare Matteo Ronconi

03 maggio 2021, 05:05

Un libro per ricordare Matteo Ronconi

Corniglio Matteo Ronconi se ne è andato nel periodo peggiore del nostro recente passato. Era aprile del 2020, in pieno lockdown, quando un’emorragia cerebrale non gli ha lasciato scampo. Ne ha combinate tante nella sua vita, anche dopo che un tragico incidente in Brasile nel 2009, in cui era incorso tuffandosi dagli scogli, lo aveva costretto sulla sedia a rotelle.

La sua scomparsa è arrivata 11 anni dopo, proprio nel momento in cui a causa della pandemia in pochi hanno potuto stargli vicino, perfino durante l’ultimo viaggio verso il cimitero. In quel giorno lo hanno potuto accompagnare solo i parenti più stretti, ma gli amici, pur di non lasciarlo solo, avevano seguito la funzione in videochat. Una cosa assurda da pensare in tempi normali, ma l’unica possibile in quel periodo. E proprio in quel giorno è nata l’idea di un libro, dal pensiero «Il Ronco ne ha fatte tante che andrebbero raccolte in un libro». Da quel momento, tra telefonate e messaggi di cordoglio e lacrime, nonostante Matteo non ci fosse più, si sono smossi i ricordi di tutti quelli, molti, che tra Corniglio e Val Parma lo conoscevano. Quella che sembrava una battuta per alleggerire il peso del giorno dell’ultimo saluto, è così diventata in poco tempo realtà, al punto che il volume ha dovuto essere ristampato più volte: «La Forza della Vita», questo il titolo dello scritto realizzato dagli amici di Agna, il suo paese natale. «Nonostante la condizione in cui la vita lo ha costretto, ha insegnato a tutti come vivere con il sorriso. È stata un’idea splendida che ci ha riempito il cuore - dice la sorella Monia -. Ci ha lasciato un vuoto immenso, ma questi ricordi condivisi permettono di riempirlo un po’, a noi famigliari e a tutti gli amici». Alan Tarasconi, amico di infanzia di Matteo, è stato il promotore. «Forse un libro non è neanche sufficiente per raccontare tutte le cose che ha combinato – racconta – ma almeno ci permette di ricordarlo e di descrivere un po’ come era. È un modo originale per averlo sempre con noi. È una raccolta di vicende, storie, episodi, vissuti da noi con lui, arricchita da qualche foto ormai storica». Una decina gli amici che hanno collaborato e che hanno raccolto le proprie testimonianze. 33 in tutto, con tante altre escluse per motivi di spazio che non hanno potuto essere incluse. Il libro non è in vendita ma essendo state numerose le richieste è già stato ristampato più volte. Il ricavato delle offerte sarà donato all’ospedale di Montescano in provincia di Pavia per sostenere i reparti di riabilitazione, patologie neurologiche e lesioni spinali, dove Matteo ha passato diverso tempo durante la sua riabiitazione.

«Donando il nostro piccolo contributo – confida Monia - speriamo di poter dare un sorriso a tutti coloro che dovranno vivere la propria vita "sulle ruote». Chi fosse interessato ad avere una copia del libro può rivolgersi alla famiglia.

Alex Botti

Corniglio Matteo Ronconi se ne è andato nel periodo peggiore del nostro recente passato. Era aprile del 2020, in pieno lockdown, quando un’emorragia cerebrale non gli ha lasciato scampo. Ne ha combinate tante nella sua vita, anche dopo che un...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal