Sei in Gweb+

Anziani

Incontri ravvicinati alle Cra: tornano le visite in presenza

04 maggio 2021, 05:01

Incontri ravvicinati alle Cra: tornano le visite in presenza

Luca Molinari

Per gli abbracci senza barriere è ancora troppo presto. Ma ieri mattina, i familiari degli ospiti delle Cra (Casa residenza per anziani) di Asp Ad personam, hanno potuto fare visita ai propri cari all’aperto e in precisi orari prestabiliti, stabilendo finalmente un contatto.

Come ha spiegato Gianluca Borghi, amministratore unico di Asp, era «dallo scorso ottobre che non avevamo visite con queste modalità». Questa opportunità si affianca a quella delle “Stanze degli abbracci”, operative da ormai diversi mesi.

Gli incontri faccia a faccia con i propri cari si svolgono nelle strutture di Villa Parma in piazzale Fiume (Lecci, Tamerici, Tigli), al Gulli e al Romanini in via Gulli e alla Cra San Mauro Abate di Colorno. In tutte queste realtà sono stati sistemati una serie di tavoli e ombrelloni nei giardini, per poter organizzare quattro o cinque incontri in contemporanea e garantire fino a sedici visite giornaliere, sia la mattina che al pomeriggio.

Ieri mattina verso le 11 sono avvenuti i primi incontri al Gulli, tutti nel pieno rispetto delle normative anti Covid (distanziamento, mascherina, misurazione della temperatura e igienizzazione delle mani), nonostante gli anziani ospiti e gli operatori siano stati vaccinati nei mesi scorsi.

Durante le visite l’emozione iniziale ha poi lasciato il posto a un’atmosfera più rilassata, anche grazie alla capacità del personale di mettere a proprio agio ospiti e familiari.

«E’ una iniziativa stupenda, ci voleva proprio - dice Cesare Accorsini mentre chiacchiera con la madre Ada Ferrari, ospite del Gulli - Ringrazio tutto il personale della struttura perché, oltre a lavorare con grande professionalità, hanno fatto tutto il possibile per annullare le distanze quando non era possibile vedersi di persona».

Parole ribadite da Luca Reggiani. «Abbiamo apprezzato tanto questo sforzo sia noi parenti che i nostri cari - dichiara - Poterci vedere di persona e sorridere felici è davvero molto bello ed emozionante. Speriamo che con l’arrivo del bel tempo questa opportunità possa essere garantita ancora a lungo».

Umbretta Lavezzini ha deciso di fare visita a un conoscente, ospite della struttura di via Gulli. «Poter fare due chiacchiere di persona con un caro amico è impagabile - sottolinea - Fino ad ora ci siamo sentiti solo per telefono o attraverso delle videochiamate, ma così è diverso. Si tratta davvero di una bellissima iniziativa».

Claudio Allegri attendeva da tempo la possibilità di incontrare la propria compagna Annalisa.

«Non vedevo l’ora - confessa, facendo trasparire tutta la sua soddisfazione - Qui sono tutti gentili, ma l’affetto dei propri cari è insostituibile». Parole ribadite dalla compagna. «È fondamentale potersi incontrare - rimarca - Queste persone hanno bisogno di sentire la vicinanza di chi le ama. Soprattutto in un momento difficile come questo».

Andrea Bernardi, coordinatore della struttura Gulli, ringrazia tutto il personale, a partire dall’animatrice Elisa Zilocchi, fortemente impegnata nell’organizzazione del servizio. «In questa prima giornata abbiamo fissato una decina di visite – precisa –. Si tratta di un servizio graditissimo, che offriremo anche alcuni sabati. Finora abbiamo mantenuto un collegamento costante tra familiari e ospiti effettuando numerose videochiamate».

Le animatrici delle Cra di Asp stanno infine contattando i famigliari degli ospiti per fissare data e ora della visita e predisporre così un calendario degli appuntamenti.

 

 

Luca Molinari Per gli abbracci senza barriere è ancora troppo presto. Ma ieri mattina, i familiari degli ospiti delle Cra (Casa residenza per anziani) di Asp Ad personam, hanno potuto fare visita ai propri cari all’aperto e in precisi orari...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal